Notti Sacre. Arte, musica, pensiero, preghiera, spettacolo nelle chiese di Bari Vecchia

Cartellone ricco di appuntamenti dal 21 al 29 settembre

Stampa l'articolo

“La fede manifesta” è il tema proposto dalla Edizione 2013 di Notti Sacre, che quest’anno coincide con la conclusione dell’Anno della fede, indetto da Benedetto XVI, e la prima Lettera pastorale di Papa Francesco, “Lumen fidei”, in cui si legge che “la fede è un bene per tutti, è un bene comune, la sua luce non illumina solo l’interno della Chiesa, né serve unicamente a costruire una città eterna nell’aldilà; essa aiuta a edificare le nostre società, in modo che camminino verso un futuro di speranza”.

Con questo tema le Notti Sacre, nell’arte, nella musica, nella poesia, nel teatro, nei diversi appuntamenti che verranno proposti nelle Chiese di Bari Vecchia, intendono mostrare una via che ci coinvolga nella ricerca di quella speranza.

In Cattedrale ci sarà la riflessione sul senso della fede manifestanella società contemporanea secolarizzata e colma di contraddizioni, affidata ad Ermes Ronchi, ispirata e preceduta dalla poesia di David Maria Turoldo.

Il programma di concerti “Porta fidei” è una sorta di meditazione musicale fondata su quattro concetti fondamentali per capire e rinnovare la fede: ConfessareCelebrareViverePregare. I brani saranno alternati da letture e pensieri dei Papi che dal Concilio Vaticano II hanno illuminato l’abbraccio della fede: Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI.

Il rapporto tra fede e arte sarà evidenziato dall’artista poliedrico William Tode, le cui opere sono presenti nei più importanti musei del mondo, mentre nel Museo Diocesano una mostra collettiva  di artisti pugliesi (Damiani, Maiullari, De Virgilio, Addamiano e Vacca) concorrerà a interpretare la “fede manifesta”.

Da seguire anche il progetto della Scuola Diocesana di Teatro su don Tonino Bello. “Il Poeta di Dio”. È una rappresentazione drammaturgica ispirata alla vita e agli scritti del Servo di Dio, con l’intento di mostrare il don Tonino proteso nella costante attenzione ai poveri, agli emarginati, alla luce del Vangelo.

Questo ed altro ancora per tutta una settimana nelle chiese di Bari Vecchia.