Okiko Drama, via alle selezioni per aspiranti attori. Il regista: “Siamo alla ricerca dell’anti-arrivismo”

I requisiti per entrare a far parte della locale compagnia teatrale sono: avere più di 18 anni, esperienza nel teatro e volontà di mettersi in gioco. Ecco dove candidarsi

Stampa l'articolo

“Sono aperte le selezioni per nuovi elementi della nostra compagnia. Se hai più di 18 anni e tanta passione per il teatro, contattaci in privato e fissa un appuntamento con noi”.

 

È l’annuncio della compagnia teatrale Okiko The Drama Company, postato, nei giorni scorsi, sulle loro pagine social.

 

Tra i requisiti per gli aspiranti attori, l’avere esperienza nell’ambito teatrale.  “Siamo alla ricerca dell’anti-arrivismo, di chi vuole mettersi in gioco -ha dichiarato ai taccuini del Da Bitonto il regista della compagnia, Piergiorgio Meola-, di chi vuole conoscere il nostro mondo e arricchirlo con il suo talento. La nostra compagnia è sempre in movimento, a lavoro con nuove produzioni”.

 

"Okiko never stop" è, infatti, il loro motto. “Chi entrerà a far parte della nostra compagnia dovrà dimostrare serietà, disponibilità a superare i suoi limiti perché sul palcoscenico di un teatro, della vita, non esistono paure, vergogna, ma esiste l’Arte, la volontà di entrare nei cuori degli altri senza limitare, appunto, l’amore che da sempre abbiamo cercato di trasmettere”.

 

La pandemia ha bloccato per un po’ il mondo teatrale, ma non ha spento tutto quello che di più puro è nel cuore degli artisti, di chi vive di ciò che sogna. E poi, “Si può smettere di soffrire, di odiare, di ingannare, ma di amare e fare arte quello mai”, ha concluso il regista, rimembrando il messaggio lanciato con una delle produzioni con cui la compagnia ha avuto successo: Bovary 2000. Perciò, “Non resta che mettersi a lavoro perché stiamo per tornare con qualcosa che tanto vi travolgerà ed emozionerà. Non vediamo l’ora di conoscere chi vorrà far parte della nostra realtà, non esitate a farvi avanti. Vi aspettiamo”.

 

Per partecipare alle selezioni basta visitare le seguenti pagine e lasciare un messaggio:

 

Facebook:  https://www.facebook.com/OkikoDrama

 

Instagram: https://instagram.com/okiko_drama?utm_medium=copy_link

 

La compagnia  

 

Okiko the Drama Company nasce nel 2015 e opera sul territorio da allora occupandosi non solo di grandi produzioni inedite dello scrittore e regista Piergiorgio Meola, ma anche di progetti e spettacoli rivolti a un pubblico in età scolastica. Forti delle numerose collaborazioni con enti di riguardo quali il Teatro Pubblico Pugliese, il Comune di Bitonto e diverse associazioni e professionisti del territorio come la coreografa Natalizia Leccese, la rinomata Accademia della Battaglia di Bitonto e altri ancora, i ragazzi di Okiko sono in grado di spaziare attraverso le diverse forme di rappresentazione teatrale per offrire al loro pubblico uno spettacolo sempre nuovo, abbracciando diverse realtà e tematiche.

 

Okiko The Drama Company annovera, al momento, otto produzioni portate in scena, ma anche diversi spettacoli da camera, eventi culturali organizzati presso il Centro Culturale “MariArte” (sito in via Pietro Ravanas n.16) da mostre pittoriche a presentazioni di libri. Ha presentato le sue produzioni in diverse istituzioni scolastiche, come l’Istituto Tecnico Economico “V. Giordano” di Bitonto e la scuola secondaria di I grado “Vaccina” di Andria e si è resa protagonista di progetti a livello comunale dedicati a qualsiasi fascia d’età.

 

 

Il motto della compagnia è: #OKIKONEVERSTOPS poiché ancora oggi Okiko non smette di sognare.   Spettacoli originali e inediti, scritti da Piergiorgio Meola, regista, drammaturgo, attore e direttore artistico della Okiko Drama. Spettacoli adatti a ogni età e ogni gusto poiché tema centrale dei testi di Meola è l’Amore, in tutte le sue sfaccettature: crudele, mistico, erotico,  noir,  fiabesco, grottesco, odioso, invidioso, lucente, magico.  I componenti di Okiko, conosciuti anche come “Figli della luna”, sono ragazzi che credono nei loro sogni e nell’amore per l’appunto, coltivano i loro talenti, cercano nel teatro se stessi e la propria Anima.