Pechino Express, alla scoperta delle "Civiltà perdute" anche la "naturale" e bella Raffaella Modugno

La modella di origini bitontine, insieme a Benedetta Mazza, è in gara nell'adventure game di Rai 2

Stampa l'articolo

Dal 2012, anno di esordio in Italia, non ha mai smesso di conquistare il pubblico. Merito dei paesaggi mozzafiato, delle civiltà e dei Paesi fatti scoprire e, non ultimo, della simpatia del presentatore e protagonisti.

Pechino Express, prodotto dalla Magnolia S.p.A., è ormai a tutti gli effetti l’adventure game più amato della televisione italiana, a giudicare anche dai dati auditel della prima puntata della quinta edizione, andata in onda lunedì scorso.

Ben 2.826.000 telespettatori (13,04% di share) sono restati incollati su Rai 2 per seguire l’epico viaggio di 8 coppie che, partendo dal cuore della Colombia, Bogotà, attraverseranno il Guatemala per raggiungere il Messico.

Alla scoperta delle “Civiltà Perdute” quest’anno c’è anche un po’ di noi. In gara infatti c’è anche la 28enne Raffaella Modugno.

Il cognome non lascia dubbi sulla sua origine: la modella, nata ad Ariano Irpino (provincia di Avellino), è originaria della nostra città. La madre Giulia e il padre Giuseppe sono infatti bitontini doc.

I capelli castani e ricci, gli occhi marroni, lo sguardo intenso e sensuale, l'altezza di 181 centimetri e le sue forme naturali e mozzafiato l’hanno resa celebre. Dal 2011, quando vinse il titolo di Miss Curve d’Italia Lazio, la modella curvy ha posato per grandi testate internazionali e per le campagne pubblicitarie dei più importanti brand della moda.

Ed ora eccola approdare a Pechino Express al fianco della biondissima Benedetta Mazza, modella, attrice e conduttrice televisiva su Rai Gulp.

Le due formano la coppia delle #Naturali e già stanno dando filo da torcere ai loro avversari.

Il programma, condotto dall’esilarante Costantino della Gherardesca, consiste in una gara tra coppie di conoscenti, famosi e (raramente) non, che si sfidano lungo il percorso di settemila chilometri per raggiungere, a tappe che richiedono tre-quattro giorni di viaggio ciascuna, la meta finale: Città del Messico.

Ogni concorrente ha a disposizione una dotazione minima contenuta in uno zaino e un euro al giorno in valuta locale, con cui dovrà soddisfare i bisogni primari, come procurarsi cibo e acqua. Niente mezzi di trasporto, nessun alloggio; i viaggiatori potranno muoversi solo in autostop e dovranno contare sull’ospitalità degli abitanti del luogo.

All’arrivo di ogni tappa, dopo aver affrontato una lunga serie di missioni, la coppia vincitrice riceve un premio in denaro da devolvere in beneficenza e decide le sorti delle due che si piazzeranno nelle ultime posizioni.

Nella prima puntata, Raffaella Modugno e Benedetta Mazza sono arrivate seconde, alle spalle dei #Coniugi, la coppia formata dal cantante Francesco Sarcina, già frontman della band “Le Vibrazioni”, e da sua moglie, la fashion blogger Clizia Incorvaia.

Come procederà il viaggio della “bitontina”? Per scoprirlo, bisognerà guardare la seconda puntata di Pechino Express, in onda lunedì prossimo a partire dalle 21.10 su Rai 2.