Publiredazionale\"Olio nuovo, vino vecchio", un viaggio tra i sapori dei prodotti tipici della nostra terra | Foto

Hanno accompagnato il prodotto principe dell’oleificio lo Chardonnay, il Fichimori e il Neprica della celebre cantina vinicola Tormaresca

Stampa l'articolo

Grande riscontro per l’evento degustativo “Olio nuovo, vino vecchio”, tenutosi domenica all’interno dell’Antico Frantoio Oleario Mancazzo, che da circa sessant’anni delizia gli affezionati clienti con il suo olio extra vergine d’oliva 100% Italiano.

L’iniziativa, organizzata dal giovane collaboratore del frantoio, Antonio Mancazzo e dal proprietario del wine bar “Vinicio”, Davide Parisi, ha messo in luce l’importanza dei due prodotti cardini della nostra terra di diversa densità, aroma e colore, ma in grado di evocare la stessa emozione.

A porgere i suoi saluti è stato il sindaco Michele Abbaticchio che ha evidenziato l’impegno e la buona volontà dei ragazzi.

Hanno accompagnato il prodotto principe dell’oleificio le tre tipologie di vino, Chardonnay, Fichimori e Neprica, della celebre cantina vinicola Tormaresca, rappresentata dal responsabile vendite dott. Luca Milella, ognuna con un gusto e una caratteristica diversa e particolare.

L’evento ha avuto «un esito positivo per noi per quanto riguarda l’organizzazione e la sintonia nell’ottica della promozione del territorio e dei suoi prodotti tipici- hanno dichiarato Davide e Antonio. –Questa è solo la prima delle iniziative che abbiamo intenzione di ideare per far conoscere i frutti della nostra terra e trasmettere sempre più la nostra passione».

Da premiare l’impegno dei giovani artefici e dei collaboratori che hanno preso parte al progetto, i quali hanno pianificato tutto nei minimi dettagli, dall’arredamento ed oggettistica a tema, curata da Ergot Store, ai minuziosi abbinamenti gastronomici, tra cui i legumi in pignatta cotti direttamente nel camino della struttura e i deliziosi dolci e cartellate, preparate con l’olio del frantoio, della pasticceria Dolce Arte.

La giornata si è conclusa con la visita guidata nell’antico oleificio a cura di uno dei proprietari, Gaetano Mancazzo, che ha spiegato le fasi di raccolta, produzione ed estrazione dell’olio tramandate di generazione in generazione.

La galleria