Quarta e ultima giornata dedicata alla microchippatura. Si riprenderà dopo la stagione estiva

Durante l'evento sono stati microchippati 25 cani e 4 gatti

Stampa l'articolo
Quarta e ultima giornata dedicata alla microchippatura. Si riprenderà dopo la stagione estiva Ph: Michele Tadino

Anche domenica 4 giugno ha avuto luogo la quarta e ultima giornata dedicata alla microchippatura dei cani e gatti di proprietà “Microchippiamoli – Padroni più responsabili”, organizzata dall’Amministrazione comunale di Bitonto, in accordo con il Dipartimento di Prevenzione - Servizio Veterinario dell’ASL Bari e in collaborazione con il Centro operativo protezione animale (COPA).

Questa volta, a causa dell’alta temperatura e della poca affluenza, ha fatto da cornice alla manifestazione solo l’esibizione dell’Unità Cinofila antidroga della Questura di Bari, effettuata dalla pastorina tedesca grigiona Africa dell’età di due anni.

La cagnolina ha dato prova delle sue doti tecniche ed esperienziali scovando le sostanze stupefacenti nascoste appositamente per la dimostrazione.

Durante l’evento, coordinato dalle Guardie Zoofile, Cinzia Garofalo e Antonella Montagna e dal Capo nucleo Provinciale della sede operativa di Bari delle Guardie Zoofile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Raffaele Granieri, sono stati microchippati 25 cani e 4 gatti.

Hanno preso parte all’incontro anche gli operatori del S.A.S.S. PUGLIA, ENAL Caccia, le Guardie Zoofile Venatorie, presiedute da Vito Damone, e Silvana Dimundo del Comando della Polizia Municipale.

Un ringraziamento particolare va anche all’educatore cinofilo, Francesco Morea del centro di educazione cinofila “Rubble Dogs di Giovinazzo, che ha moderato l’evento, ad Angela Saracino dell’associazione “Willie.it”, laboratorio permanente di zooantropologia e pet Therapy, alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Delegazione di Bitonto, all’associazione “Qua la zampa”, al C.O.P.A. e al fotografo Michele Tadino.

Ricordiamo a tutti coloro che non abbiano fatto in tempo a portare il proprio animale domestico, che sarà possibile eseguire nuovamente la microchippatura nei prossimi incontri che riprenderanno dopo la stagione estiva.

La procedura da seguire è sempre la stessa: il proprietario (necessariamente maggiorenne) dovrà presentare la ricevuta del versamento di 6,60 euro (c/c postale n. 679704 – intestato a: ASL/BA – causale: inserimento microchip e iscrizione anagrafe canina), la fotocopia del codice fiscale e del documento di identità.