Traetta Opera Festival. Ave Maria, repertorio italiano dal gregoriano al contemporaneo

Appuntamento per questa sera alle 20.30 in Cattedrale (ingresso libero)

Stampa l'articolo

Un concerto dedicato a una delle preghiere mariane più diffuse della Chiesa cattolica occidentale: l'Ave Maria sarà declinata in musica, nel repertorio italiano che va dal Gregoriano al contemporaneo, in un ennesimo appuntamento di prestigio del Traetta Opera FestivalMartedì 30 maggioalle 20,30, nella Cattedrale di Bitonto (ingresso libero), il Coro Harmonia Mundi diretto da Nicola Petruzzella (al pianoforte Leo Binetti) eseguirà diverse versioni dell'Ave Maria in musica; solisti il soprano Carmen Lopez e il mezzosoprano Maria Candirri. Il programma presenterà l'Ave Maria composta da Battistini, Caccini, Cherubini, Da Victoria, De Lillo, Donizetti, Leoncavallo, Luzzi, Mascagni, Monteverdi, Morra, Pappagallo, Pasquale, Perosi, Pozzoli, Tosti e Verdi. I primi tempi in cui l'antifona è stata musicata (con notevoli varianti nell'ultima parte del testo) risalgono al periodo rinascimentale, come mottetto polifonico. Successivamente, è entrata nei repertori sacri di moltissimi compositori, sino ai giorni nostri.