"Tu non sai" di Rosita Cannito, nel nuovo singolo l'omaggio alla grande poetessa Alda Merini

Performance prodotta da Savino Valerio e diretta da Cecilia Maggio

Stampa l'articolo

Entrare nel cosmo poetico - delicatissimo, potentissimo, terribilissimo- di Alda Merini non è impresa da poco. Ci si ritrova sbalzati in una realtà lacerata dal dolore che confina perigliosamente col sogno d'amore.
Per questo "Tu non sai" il nuovo singolo di Rosita Cannito - singer ventiquattrenne, solida cultura musicale, studi da voce jazz, premi un po' ovunque per lo Stivale e pure una esperienza sanremese - è un autentico omaggio alla geniale poetessa dei Navigli milanesi.
Autentico nel senso che ci restituisce con fedeltà il tormento lirico ed esistenziale che contrassegnò la biografia della Merini, sotto molteplici aspetti.
Innanzitutto, il testo della canzone, che, con profonda sensibilità, dice tutta la struggente fragilità di un cuore che ebbe mille ferite e che fu costretto al silenzio nonostante la possente urgenza comunicativa.
Poi, la musica, che delinea una melodia accattivante e pur dolente, come e quale fu il lucente transito quaggiù di Alda.
Infine, il video - che vede protagonisti l'interprete stessa e l'attore Simone Delvino - che raffigura l'inesorabile lacerazione fra mondi che sfuggono ad un dialogo, ad un'affinità pur disperatamente ricercata, ad un abbraccio purchessia.
La performance di Rosita, seguita dalla vocal coach Silvia Chiminelli, è inserita nello spettacolo musico-teatrale "Reactive" ed è prodotta dall'ottimo Savino Valerio, sotto la direzione impeccabile di Cecilia Maggio.
Insomma, un'imperdibile chicca per chi ama le note che sanno cantare la verità dell'anima.