Vittorio Sgarbi, innamorato della nostra città, in visita a Bitonto

Sgarbi: "Sarà mia premura a settembre presiedere all’inaugurazione del Parco delle Arti, geniale iniziativa"

Stampa l'articolo

Nella serata tranquilla di sabato sera, s’è visto aggirare nelle stradine del nostro bel paese per una nuova scoperta, una nuova particolarità artistica il sommo Vittorio Sgarbi.

Ebbene sì, il critico della storia dell’arte più famoso d’Italia, personaggio istrionico dalle indiscusse qualità dialettiche, ha notato una scultura ad altorilievo, una "Madonna col bambino", databile nel XVI secolo, di valore culturale e interesse artistico nella nostra chiesa di S. Egidio nel comparto della chiesa di S. Agostino dell'artista Stefano da Putignano (1490 - 1538).

Incuriosito e attratto dalla nostra Galleria Devanna, che aveva visitato già anni or sono, è stato raggiunto dal nostro sindaco, Michele Abbaticchio, per una passeggiata nel centro storico.

Una delle prime tappe è stata il convento di clausura delle Vergini dove il critico ha potuto godere del panorama che si ha dalla terrazza più alta della città – avrà scorto qualche capra, chissà? -.

Tappa successiva è stata quella del Teatro “Traetta” che non aveva mai visitato.

«Noto con piacere – ha osservato Sgarbi – che la città rispetto all’ultima volta in cui ci ho fatto visita è notevolmente migliorata. Belli i locali, la gente che, nonostante sia sabato sera, è in piazza.

Sarà mia premura – ha poi promesso – a settembre presiedere all’inaugurazione del Parco delle Arti, geniale iniziativa».

«Sono contento di questa visita – ha dichiarato poi il sindaco – così inaspettata e tanto meravigliosa. La nostra città è una continua scoperta, una risorsa preziosa da salvaguardare in ogni tempo».