Bitonto Blues Festival, we are open! Dal 31 agosto il grande blues in piazza Cattedrale

Tra gli artisti in scena nella "tre giorni" anche la superstar di Chicago, Ronnie Hicks

Stampa l'articolo

Bitonto Blues Festivalyes we are open! Sono sei anni che Piazza Cattedrale, come in un grande club outdoor, porta in scena i suoni e le emozioni della grande musica blues degli States, trasformando per tre giorni la bomboniera del centro antico di Bitonto in una piccola Harlem. Quest’anno, siamo qui a spegnere sei candeline con un ricchissimo cartellone, in scena dal 31 agosto al 2 settembre.

I riflettori per la sesta edizione del Bitonto Blues Festival, organizzato come sempre dall’associazione Blu & Soci e dall’instancabile direttore artistico Beppe Granieri, saranno tutti per Ronnie Hicks, la guest star originaria di Chicago, che si esibirà dal vivo sabato 1 settembre. Originario dell’Alabama, Hicks è tra i rappresentanti più autorevoli della scena blues dell’Illinois, grazie ad uno stile unico alla tastiera e alla voce. Nei primi anni ‘70 ha avviato la carriera solista, formando quella che attualmente è la più longeva band del circuito dei club di Chicago, la Masheen Company band, già opening act di Albert King, Johnny Taylor, e Tyrone Davis. A fine 2018 Ronnie sarà sul grande scherzo in “Soul Guy”, pellicola di produzione francese in cui interpreterà un bluesman.

Sul palco, assieme ad Hicks, Matteo Sansonetto, quest’anno padrino del Festival, e la sua Blues Revue, aficionados del BBF, tornati ad esibirsi dopo tre anni.

Come ogni anno il Bitonto Blues Festival dedicherà una parte importante della programmazione al meglio del blues nostrano. Il Festival sarà aperto venerdì 31 agosto dal progetto calabrese Eugenio Greco & New Mississipi, a seguire il rockblues della Fabio Marza Band e la frizzante armonica di Martin’s Gumbo, live con gli Harmonica Friends. La seconda serata, quella dedicata a Hicks e Matteo Sansonetto, sarà accompagnata dalle musiche dei Black Cadillac Blues, dedicate al celebre film “Cadillac Records”, e dei ResPubblica.

Nell’ultima serata spazio al duo di Enrico Penati & Roots Duo, ai Swamp Dirty Water ft. il polistrumentista Fabrizio Canale e la formazione lombarda dei Limido Bros. Al termine di ogni serata ci sarà la grande jam finale.

I concerti del main stage di Piazza Cattedrale, che partiranno dalle ore 20:30, saranno totalmente gratuiti e, grazie alla mediapartnership di BitontoTV, distribuiti in diretta streaming sul web.

Tutte le altre informazioni sulla sesta edizione del Bitonto Blues Festival, nonché le gallery, i memoriabilia e gli archivi relativi agli anni scorsi, sono disponibili sul nuovissimo sito www.bitontobluesfestival.it.

Il Bitonto Blues Festival è una rassegna cofinanziata dal Comune di Bitonto, comune finalista “Capitale Italiana della Cultura 2020”, con il patrocinio di Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Camera di Commercio di Bari, ConfCommercio Delegazione di Bitonto e Parco delle Arti Bitonto. Mediapartners dell’iniziativa sono: BitontoTV, che offrirà il servizio di diretta streaming, Comma 3, Da Bitonto, Primo Piano, BitontoLive.it, BitontoViva, Radio One, Radio 00. Blues Made in Italy, South Italy Blues Connection, Power Sound, Gruppo Intini e Ristorante Il Patriarca sono invece partners tecnici della rassegna. Il BBF gode della sponsorships di importanti aziende quali: FoodNess, Acqua Orsini, Olio Mimì, Exotic Palace, Marbel Group, Brini Legnami, Via Vai Center, Ellegidue, Marrone Costruzioni, Gary e Mercurio Center, insieme a tante realtà imprenditoriali bitontine.