La pelle in cui abito

Inaugurazione della prima casa dell'acqua a l servizio dell'intera comunità scolastica

Stampa l'articolo

7 novembre - ore 17.30 - 8 novembre - ore 10.00

La prima CASA DELL’ACQUA di Bitonto, presso gli Istituti Sacro Cuore e Benjamin Franklin

In occasione del Plastic Free Day, sarà presentato il libro di Giancarlo Visitilli “La pelle in cui abito”

Anche Bitonto si prepara ad essere più ecosostenibile e ancora una volta si parte proprio dai bambini.

Rivoluzionari, attivisti, probabilmente più preoccupati degli adulti del proprio futuro, negli ultimi tempi sembra proprio che il buon esempio parta da loro.

Ed è quindi nel contesto dell’Istituto Sacro Cuore e della Scuola Media Internazionale Benjamin Franklin Institute che venerdì 8 novembre sarà inaugurata la prima la prima Casa dell’Acqua al servizio dell’intera comunità scolastica. In questa occasione, gli studenti potranno infatti ritirare la propria borraccia in cambio di 20 bottiglie di plastica che saranno poi regolarmente smaltite.

L’iniziativa, unica in Puglia, finanziata dai due istituti e sostenuta dalla Concessionaria Autotrend e dalla Stazione di Servizio ViaVaiCenter di Bitonto, sarà promossa in occasione del Plastic Free Day e anticipata dal convegno che si terrà domani 7, alle ore 17:30 presso il Chiostro dell’Istituto “Sacro Cuore” in via S. Lucia Filippini.  Alla presenza del sindaco Michele Abbaticchio, di Suor Vincenzina e di Suor Gabriella, Madre Superiora e responsabile dell’Istituto Sacro Cuore e con Raffaele Moretti e Domerio Mundo, responsabile e coordinatore dell’Area Formazione del Benjamin Franklin Institute, sarà presentato il libro “La Pelle in cui Abito”, scritto da Giancarlo Visitilli, la cui storia narra di Kader Diabate, un adolescente costretto a lasciare la propria terra per raggiungere l’Europa per ritrovare la propria libertà.