Ritorno dal passato

Nato nel posto più freddo del globo, il parka veniva utilizzato dagli esquimesi per proteggersi dalla temperature gelide

Che strano titolo mi è venuto in mente. No, non stiamo parlando di un film. Ma quando penso ad un capo…non posso che pensare al passato. Curiosi di sapere di cosa  sto parlando?

Del Parka ovviamente.

Nato nel posto più freddo del globo, il parka veniva utilizzato  dagli esquimesi per proteggersi dalla temperature gelide. Chi l’avrebbe mai detto che poi sarebbe diventato un must intramontabile. Per non parlare poi del fatto che il colore richiama il militare che io personalmente adoro.  

Oggi il parka assume forme e colori diversi sempre nel suo stile minimalista. Dimenticate quindi  soltanto del verde mimetico e tonalità da battaglia e lasciatevi ispirare dai colori accesi. Non solo nuovi toni ma anche nuove imbottiture, pronte ad ogni prova e temperatura. Il Parka è un capo reversibile in quanto può essere utilizzato sia in inverno che in primavera. Infatti  togliendo la copertura in lana interna, che di solito è legata con delle cerniere o dei bottoni, questo capo può essere indossato anche in primavera. 

Oggi la moda vi offre una vasta scelta, combattuta da prezzo e modelli differenti. Da Pull&Bear lo trovate da 79.99 euro;Terranova lo proprone a 49.99 euro; da Mango lo trovate a 59.99 euro; Stradivarius lo lancia a 45.95 euro; Bershka a 35.99; da H&M lo portate via a 34.99 euro. Insomma  per chi ha tempo può correre in negozio e non lasciarsi far scappare il capo più cool del momento.