Di tutte le ricchezze - Stefano Benni

"Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra, talvolta vediamo la vita nell'aria. E la chiamiamo polvere"

Il sessantacinquenne bolognese dopo la malattia torna al romanzo.Di tutte le ricchezzeè la storia di un vecchio professore, studioso e poeta, cittadino che abita in campagna, lupo solitario che non disdegna occasionali compagnie, ex donnaiolo pacificato ma non troppo, non per sempre. Questo protagonista, dietro cui non si fatica troppo a individuare l’autore, si chiama Martin, vive con un cane e parla con gli animali, o meglio: intrattiene con gufi, bisce e cinghiali illuminanti, divertentissime conversazioni.Quando una coppia si trasferisce nella casa di fronte, Martin sospetta che qualcosa nella sua vita regolare stia per cambiare. E infatti:i vicini sono Aldo e Michelle, ma lui presto diventa il Torvo, lei la Principessa del grano, così simile a una donna amata in passato da mettere addosso a Martin paure e fremiti.

Leggende, sogni, canzoni, versi di un poeta che la tradizione vuole folle e suicida, telefonate attese, contattisti rock, cinghiali assassini, visite di colleghi inopportuni, comiche sorprese, goffi corteggiamenti e inattese tentazioni - tutto riempie di nuova linfa una stagione che si credeva conclusa, e che si riapre sul futuro come un'alba.
Martin e tutti quelli che lo circondano sembrano chiusi in un bozzolo di misteri: si tratta di attendere la farfalla che ne uscirà.