Vincere l’infertilità conoscendo le cause

Cause maschili e femminili

Cari lettori e lettrici,  

oggi introduciamo il discorso dell’infertilità.                                                                             

Nelle coppie in età fertile la probabilità di concepire spontaneamente si ritiene che sia del 20% ad ogni ciclo ed, entro un anno, superiore all’80%.                                                                                   

Una coppia è definita infertile quando, dopo un anno, di regolari rapporti non protetti , non abbia ottenuto il  concepimento e quindi si parla di infertilità primaria. Invece, se una coppia ha già avuto figli ma non riesce ad averne altri, si dice affetta da infertilità secondaria.                                                                                          

L’infertilità si riscontra in Europa nel 15% delle coppie in età riproduttiva.  

Le cause dell’infertilità, sia femminile che maschile, sono numerose e di diversa natura.                                                                                                                       

Non sempre si trova una spiegazione perché  la gravidanza desiderata non avviene.
Un dato è certo: l'età e lo stile di vita, soprattutto il sovra- o sottopeso, il fumo, l'abuso di droghe, il consumo di sostanze anabolizzanti, l'eccessivo consumo di alcool e di caffè e anche lo stress eccessivo hanno un influsso negativo sulla fertilità.

Le cause si distinguono in:

§ Cause femminili

§ Cause maschili

§  Cause in ambedue i partner

Le cause di infertilità femminile sono numerose, ma possono essere schematicamente indagate a livello cervicale, uterino, tubarico e ovarico.

Cause uterine: la presenza di malformazioni uterine, fibromio polipi uterini (formazioni benigne) possono impedire o rendere difficoltosa la fecondazione.

Cause cervico-vaginali :la presenza di alterazioni funzionali della cervice o la presenza di Infezioni (Chlamydia, Gonococco, Micoplasma, ecc) possono ostacolare la fecondazione

Cause tubariche: in un terzo delle pazienti l'infertilità è dovuta a un danno tubarico (occlusione parziale o totale delle tube).                                                

Le cause sono infiammazioni pregresse, gravidanze extrauterine pregresse, aderenze postoperatorie o endometriosi.

Cause ovariche ed ormonali: problemi ormonali a livello dell’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio che regola la funzionalità l’apparato femminile o anche la presenza a livello ovarico di sindrome dell’ovaio policistico o endometriosi ovarica (patologie ovariche piuttosto complesse) o problemi genetici come sindrome di Turner possono impedire la fecondazione.

Per poter comprendere ,invece, le cause di infertilità maschile facciamo un breve cenno all’anatomia maschile.                                                                     

In condizioni normali, un millilitro di sperma contiene tra i 60 ed i 120 milioni di spermatozoi.

Il singolo spermatozoo è una cellula molto piccola, con dimensioni nell'ordine dei 5-7 milionesimi di millimetro costituito da una testa - contenente il nucleo e l'acrosoma - una porzione intermedia -ed una coda, chiamata flagello. Questa morfologia è essenziale affinché lo spermatozoo possa risalire la vagina sino all'utero e alle tube, per raggiungere l'ovocita e penetrarlo (fecondazione).

La straordinaria numerosità e mobilità degli spermatozoi rappresenta una caratteristica essenziale per garantire la fecondazione.

L’infertilità maschile è, infatti, dovuta principalmente a problemi legati alla mobilità e al numero degli spermatozoi.

Un ridotto numero di spermatozoi nell'eiaculato, inferiore ai 40 milioni per ml, viene indicato con il termine medico oligospermia.                                           

In questo caso le probabilità di fecondazione sono tanto minori quanto più basso è il numero di spermatozoi prodotto.

Tra le cause di oligospermia ricordiamo l'abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, l'assunzione di alcuni farmaci, le infezioni delle vie genitali, alcune malattie sistemiche e diverse disfunzioni ormonali eccessiva (esposizione dei testicoli al calore).                                                                   

Una causa comune di oligospermia è rappresentata dal varicocele, cioè dallo sviluppo di vene varicose in prossimità dei testicoli.

L’infertilità maschile può essere dovuta anche  a disturbi del trasporto degli spermatozoi ad esempio l’astenospermia che è una condizione di ridotta motilità spermatica.                                                                                            

La fertilità richiede una motilità nella norma in almeno il 50% degli spermatozoi; se meno del 20% sono mobili, l’uomo è probabilmente infertile.

Nel 15 - 30% delle coppie le cause di infertilità  ci sono in ambedue i partner.

Nei prossimi articoli entreremo nel dettaglio su quelli che sono gli strumenti che la coppia ha per fare diagnosi di infertilità e i trattamenti a cui può sottoporsi.

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattare rubriche @dabitonto.it.