Teatro “Tommaso Traetta”

Costruito per volere di “21 galantuomini” tra il 1835 e il 1838, costituì il contributo di Bitonto all’afferma- zione della borghesia e dei nuovi ceti mercantili sotto l’onda del riformismo borbonico. La progettazione iniziale dell’arch. Antonio Niccolini - lo stesso che più tardi realizzò a Bari il Piccinni - subì alcune modifiche per motivazioni economiche e logisti- che. La ridotta viabilità nella zona antistante la struttura rese in seguito necessario l’intervento del Castellucci, che vi rimediò aprendo un collega- mento tra Piazza Plebiscito e il Largo del teatro. Dopo solo un decennio, fu affidato a lui anche il rifacimento della copertura della zona scenica, sulla quale erano stati commessi alcuni errori in fase di costruzione. Dall’innaugurazione, avve- nuta il 15 aprile del 1838 con l’esecuzione della “Parisina” di Donizzetti, si sono succedute numerose compagnie, soprattutto comiche e di prosa.

Le vicissitudini della struttura si succedet- tero fino al 1972, quando, a seguito di un per- sistente temporale, crollarono le coperture. Le procedure burocratiche, l’esproprio e la lentez- za nel reperimento dei finanziamenti resero la ripresa dei lavori un processo lento e faticoso, che sembrò essersi concluso nel 1998 con l’affi- damento dell’appalto. Gli scavi hanno però, successivamente portato al ritrovamento di un particolare sistema di volte a livello interrato e di resti delle antiche mura e di una porta di accesso alla città antica nella zona adiacente. Il verificarsi di queste circostanze ha costretto ad alcune varia- zioni in corso d’opera e all’inglobamento nei lavo- ri del recupero di quanto scoperto.

La struttura dispone in totale di 260 posti, di cui 90 sono disposti nelle otto file della platea e i restanti sono ripartiti tra palchetti e loggione.

Inaugurata finalmente il 16 aprile 2005, la stagione teatrale bitontina ha avuto esordio con l’esecuzione de “il Cavaliere Errante” di Tommaso Taetta, per la regia del prof. Michele Mirabella e la direzione d’orchestra del mae- stro Vito Clemente.