E questo cos’è? Quando piazza Cattedrale diventa un reparto di Ikea (cozzala)

Ma perché, quando c’è da scegliere tra civiltà e inciviltà, i bitontini decidono sempre per la seconda opzione?

Stampa l'articolo
E questo cos’è? Quando piazza Cattedrale diventa un reparto di Ikea (cozzala) Immindo spettacolo

Dunque, delle due l’una. 

O qualcuno doveva traslocare in fretta e, di conseguenza, sbarazzarsi di alcuni mobili e per farlo ha scelto la soluzione più comoda. Accastellare alla meno peggio in piazza Cattedrale, per giunta nello spazio destinato al parcheggio riservato a persone disabili, sedie vecchie, poltrone spiumate, comodini mutili e persino materassi consunti.

Oppure qualcuno, innamorato dello splendido centro storico, ha pensato bene che l’unico modo per far concorrenza alla tanto pubblicizzata Piazza Cavour e rendere pure l’immenso slargo adiacente il bianco sogno di magister Nicolaus una vera piazza salotto era quello di creare questo pezzo di ikea de noantri proprio lì.  

A noi, mesti osservatori della realtà che (spesso, purtroppo) ci circonda, peggio: ci assedia, non resta che farci una domanda.

Ma perché, quando c’è da scegliere tra civiltà e inciviltà, i bitontini optano sempre per la seconda soluzione?