Francesco Paolo Ricci: “Ci battiamo contro chi vuol mettere le mani sulla città”

“Siamo 93 uomini e 93 donne. Un risultato mai raggiunto a Bitonto”

Stampa l'articolo

UFFICIO STAMPA FRANCESCO PAOLO RICCI

«C’è un tentativo di mettere le mani su questa città. Un tentativo, da parte di un gruppo politico, di gestire una comunità che è sempre stata orgogliosa delle sue radici. La mia coalizione deve necessariamente scongiurarlo»

È la chiosa di Francesco Paolo Ricci, candidato sindaco di Bitonto, Mariotto e Palombaio, dal palco allestito ieri in piazza Aldo Moro, per il primo dei comizi della coalizione di centrosinistra. Otto le liste che sostengono Ricci, rappresentate, sul palco, dai candidati più giovani, con il compito di presentare alla cittadinanza la propria lista e le ragioni del sostegno all’avvocato.

Duro l’attacco di Ricci alla coalizione avversaria, in particolare alla parte di sinistra che ha scelto di unirsi «con la destra di Salvini, mascherata da Patto per Bitonto, con la destra di Giorgia Meloni e con un candidato che rappresenta la destra storica».

«Se eletto farò solo il sindaco. Non ho tessere di partito e non mi interessano altre candidature nazionali o regionali né tantomeno incarichi di vertice in partiti – spiega Francesco Paolo Ricci -. La nostra è una coalizione omogenea e coesa. Siamo 93 uomini e 93 donne. Un risultato mai raggiunto a Bitonto. Il nostro è un programma di governo che punta decisamente sui giovani e sul futuro di questo paese, con proposte fattibili e non false promesse. Un programma che vede i fondi del PNRR come risorse da sfruttare per continuare nel percorso di crescita della Comunità, incentrato sul dialogo e che ha visto il contributo di tutti. Un programma che prevede, tra l’altro l’istituzione di osservatori in diversi settori della nostra comunità; la piena valorizzazione del terzo settore, non più semplice fornitore, ma vero e proprio compagno di viaggio; una particolare attenzione all’integrazione sociosanitaria; il verde, anche con il progetto delle “sette strade dei fiori”; la messa in rete del nostro patrimonio artistico culturale; una particolare attenzione alle frazioni di Palombaio e Mariotto, vere e proprie risorse della città; la valorizzazione su tutte le realtà produttive del territorio; l’attenzione alle politiche abitative anche di edilizia sociale e tanto altro ancora”

Alle 20 di oggi, Francesco Paolo Ricci sarà a Palombaio, in piazza Milite Ignoto, mentre domani, alla stessa ora, sarà a Mariotto, in piazza Roma.