Parte “Cento pedalate per la legalità”, un progetto per unire Mobilità sostenibile e legalità

Cinquanta biciclette saranno distribuite in comodato gratuito ad enti e associazioni che vorranno partecipare

Stampa l'articolo

Cinquanta city bike da distribuire, con la formula del comodato gratuito, a chi, tra associazioni, parrocchie, cooperative sociali, enti ed istituzioni attivi sul territorio di Bitonto, ne farà richiesta nei termini indicati. Parte oggi il bando per partecipare al progetto “Cento Pedalate per la legalità”, un’iniziativa realizzata dall’associazione politico culturale Città Democratica in partnership con gli assessorati alla mobilità e alla legalità del Comune di Bitonto e in collaborazione con l’assessorato alle infrastrutture strategiche e mobilità della Regione Puglia.

Il progetto, presentato sabato scorso nella sede di Città Democratica, si propone di contribuire allo spostamento di quote significative di traffico motorizzato verso quello ciclistico, perseguendo l’obiettivo di una mobilità più sostenibile dal punto di vista ambientale. Ma non è tutto. Altro obiettivo del progetto è la promozione del rispetto per gli altri, delle regole di convivenza civile, di una maggiore integrazione dei soggetti svantaggiati, di un maggior senso di giustizia sociale nei soggetti privilegiati e di uno stile di vita più sobrio e rispettoso dell’ambiente.

«Abbiamo pensato di unire gli obiettivi della mobilità sostenibile e della legalità, intendendo quest’ultima come legame con il territorio, con la comunità e con l’ambiente»ha spiegato Francesco Brandi, esponente di Città Democratica.
«Cinquanta persone in bici significano cinquanta auto in meno per strada, che inquinano e ingombrano»ha continuato l’assessore allo sport Domenico Nacci, che ha colto l’occasione per parlare del progetto “Maggio in bici”, partito ieri con la prima delle tre giornate, nella Lama Balice.
«Queste iniziative servono per sensibilizzare i cittadini affinchè si cambi il proprio modus vivendi. Bisogna capire che si può viaggiare in città anche senza auto» ha spiegato l’assessore, annunciando per il 30 giugnoun importante appuntamento per Bitonto: il passaggio del Giro d’Italia femminile.

Dello stesso parere l’assessore alla legalità Rino Rocco Mangini: «L’idea progettuale prevede il coinvolgimento di enti ed associazioni che ci aiutino a diffondere la buona pratica dell’uso della bicicletta».

E ricordando un’iniziativa simile attuata tempo fa, ma fallita a causa dell’inciviltà di una parte della città, ha aggiunto: «Tempo fa il Comune ha installato diverse rastrelliere anche in luoghi centrali e affollati, mettendo a disposizione alcune biciclette, che, dopo pochi giorni, furono distrutte. Era una bella iniziativa che purtroppo non faceva i conti con la realtà. Ecco perché serve la disponibilità di posti protetti».

L’iniziativa è stata apprezzata anche dal sindaco Michele Abbaticchio, intervenuto per annunciare la redazione di un piano per la mobilità che preveda la creazione di percorsi ciclopedonali.

Ha presenziato anche l’ex vicesindaco Marinella Murgolo, promotrice, durante i suoi mesi in giunta, dell’iniziativa regionale, che ha illustrato tutte le iniziative regionali nel campo della mobilità.

Partecipare al progetto è possibile a partire da oggi, fino al 25 maggio, compilando il modulo distribuito da Città Democratica e consegnandolo alla sede dell’associazione in vico Santa Lucia o inviandolo via mail all’indirizzo info@cittademocratica.org