Questione vicesindaco. Abbaticchio: “Il nome dopo il 1° Maggio”

Il primo cittadino parla del successore della Murgolo e del Centro Commerciale Naturale

Stampa l'articolo

Giorni decisivi per l’individuazione del futuro vicesindaco.

Il successore della dimissionaria Marinella Murgolo sarà ufficializzato dopo la prossima festività del 1° Maggio. A confermarlo è stato direttamente il sindaco Michele Abbaticchio.

«Ufficializzeremo il nome del nuovo vicesindaco a breve – ha dichiarato Abbaticchio – Lo faremo nei primi giorni del mese prossimo, ora non possiamo perché come Amministrazione siamo impegnati con le celebrazioni per le festività del 25 Aprile e del 1 Maggio, con numerosi cantieri di lavori pubblici da seguire, con vari cantieri che stanno per partire e con diverse riunioni da affrontare. Pertanto daremo l’ufficialità solo dopo il 1° Maggio, quando avrò la possibilità di affiancare per più tempo il nuovo vicesindaco nella sua nuova esperienza con la macchina amministrativa».

Il primo cittadino si è poi soffermato sul profilo del nuovo rappresentante in giunta, confermando sostanzialmente le indiscrezioni degli ultimi giorni. «Sarà un esponente di Città Democratica – ha anticipato Abbaticchio – che sostituirà la Murgolo con caratteristiche che abbiano più un taglio sociale, mentre i settori dell’urbanistica e dei lavori pubblici li assumerò io in prima persona».

Anche alla luce delle dichiarazioni del sindaco, sembrano, dunque, confermati tutti i rumors che indicano come nuovo vicesindaco la professoressa Rosa Calò, esponente proprio di Città Democratica, che dovrebbe ricevere la delega alla cultura e alle pari opportunità.

Abbaticchio poi si sofferma sulla questione CCN, il Centro Commerciale Naturale criticato da alcuni commercianti della città e difeso dal primo cittadino nella recente conferenza stampa dove si sono illustrati dati su aperture e chiusure delle attività commerciali a Bitonto.

«Sono rammaricato per le parole dei commercianti ma sono anche dispiaciuto nel sapere che solo otto commercianti su un centinaio hanno partecipato ai corsi ai aggiornamento sui software di supporto al CCN – ha chiarito l’ex dirigente comunale – L’Amministrazione non ha seguito il CCN, che è un servizio privato a titolo completamente gratuito, individuato dalla Regione come un utile strumento per i commercianti. Lo segue il CAF Confesercenti, in collaborazione con l’Amministrazione, che cerca dal canto suo di dare un contributo a livello comunicativo».

Abbaticchio, però, non nasconde la necessità di come ci sia qualcos’altro di nuovo e di diverso da fare per rilanciare il progetto.

«Lo staff del CCN si sta muovendo per trovare sistemi alternativi, e noi come Amministrazione dobbiamo capire se il CCN a Bitonto funziona – conclude il sindaco – Abbiamo notato che eventi da noi creati come Bitonto Not(t)e di Musica hanno ottenuto un ottimo successo, soprattutto per i locali di intrattenimento e ristorazione. Ora dobbiamo trovare qualcosa per gli altri esercizi commerciali, come quelli dell’abbigliamento, che stanno attraversando un periodo assai complicato».