Restituzioni stipendi M5S, Ruggiero: «Meno privilegi in politica, più soldi ai cittadini»

La deputata bitontina: «Da inizio legislatura i parlamentari del M5S hanno rinunciato a 4 milioni di euro, destinandoli alla collettività»

Stampa l'articolo

«È meraviglioso togliere i soldi alla politica per destinarli alla collettività, allo scopo di aiutare i cittadini». È il commento della deputata bitontina Francesca Anna Ruggiero (M5S) a proposito dell’abbattimento delle barriere architettoniche realizzato presso l’IISS “Giulio Cesare” di Bari grazie al taglio degli stipendi dei consiglieri regionali pugliesi dei 5 Stelle. «Questa mattina - racconta - a Bari sono state inaugurate quattro rampe per migliorare l’accesso al plesso scolastico e superare le barriere architettoniche presenti dinanzi ad alcune entrate e all’uscita di emergenza. È un aiuto di cui si gioveranno gli studenti disabili dell’istituto. Si tratta di uno dei 26 progetti finanziati in tutta la Puglia grazie ai 257 mila euro del taglio degli stipendi dei consiglieri regionali del M5S».

«Anche noi parlamentari del M5S - aggiunge - stiamo facendo lo stesso a livello nazionale. In poco più di un anno di legislatura abbiamo restituito in tutto 4 milioni di euro, di cui gli ultimi due destinati al Fondo per la povertà educativa infantile, al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili e al Fondo contro la violenza su donne».

«È motivo di orgoglio - conclude la deputata - rinunciare a questi privilegi, così odiosi in tempi difficili, per cercare di combattere le disuguaglianze e ingiustizie presenti nella società. Gli altri partiti seguano la nostra proposta: meno soldi alla politica, più soldi per i servizi dei cittadini».