Sblocco dei debiti della PA. L’assessore Daucelli illustra la situazione al Comune di Bitonto

“Per il solo Settore Lavori Pubblici l’ammontare dei pagamenti già sbloccati è pari a circa 240mila euro e riguarda vecchie pendenze alcune delle quali risalenti addirittura al 2010”

Stampa l'articolo

Da metà maggio il Comune di Bitonto ha iniziato a smaltire i debiti pregressi con imprese e fornitori grazie ai fondi liberati dal decreto “sblocca debiti P.A.” (D.L. n. 35/2013).

“Il ritmo dei pagamenti – fa sapere l’assessore al bilancio Michele Daucelli – è sostenuto e già in queste prime due settimane, dopo l’ok ministeriale alla concessione degli spazi finanziari richiesti, tutti i fornitori che vantavano crediti incagliati al 31 dicembre 2012, a causa dei vincoli imposti dal Patto di Stabilità, sono stati pagati”.

“Per il solo Settore Lavori Pubblici – spiega Daucelli – l’ammontare dei pagamenti già sbloccati è pari a circa 240mila euro e riguarda vecchie pendenze alcune delle quali risalenti addirittura al 2010”.

Gli spazi finanziari, cioè le autorizzazioni a discostarsi dai saldi tra entrate e uscite nel bilancio comunale per il 2013, complessivamente richiesti dal Comune di Bitonto alla Ragioneria Generale dello Stato (ai sensi dell'art. 1, comma 2, del decreto legge n. 35/2013), per poter onorare debiti relativi ad appalti di lavori pubblici e debiti di parte capitale ammontano a 3,184mln.

“Lo sforzo organizzativo richiesto – aggiunge l’Assessore al bilancio – è notevole, considerata la carenza di personale del Settore Finanziario. Tuttavia l’impegno del personale sarà massimo per sfruttare al meglio questa opportunità che il Comune ha di dare una boccata d’ossigeno alle nostre imprese”.