«Se Abbaticchio va via, inizio di una ‘guerra fratricida’ a Bitonto»

Le considerazioni dei 5 stelle bitontini sulla candidatura del sindaco alle imminenti elezioni europee

Stampa l'articolo
«Se Abbaticchio va via, inizio di una ‘guerra fratricida’ a Bitonto» Immagine tratta dalla pagina fb "Bitonto5Stelle"

“SiAMO Sindaco che se ne va a Bruxelles, ‘perché io so io e voi non siete...NOI’.

Orbene il Sindaco in Comune per pubblica acclamazione, diviene l'alto profilo individuato dal CSX, per la scalata all'Europarlamento. Il NOI quale plurale maiestatis ‘sdoganato’ a Bruxelles, dove l'intercettatore potrà svolgere meglio il compito affidato dalla comunità bitontina e per cui fu eletto 6 anni fà.

Lo slogan dunque si perpetua in questa nuova avventura, per continuare ad ammaliare la gens locale, promettendo copiosi interventi direttamente dalla fonte, questo luogo mistico del Parlamento Europeo, ove hanno origine, come creature mitologiche, i tanto bramati fondi comunitari, secondo una mediocre rappresentazione del mandato politico internazionale.

Tutto l'elettorato di CSX si compiace (‘non ci vedrà avversari’ ha dichiarato il neo segretario del PD locale), e l'ITC spera nell'exploit dell'enfant prodige per superare lo scoglio del 4%.

Contando di non dover ricorrere a nuove elezioni locali il centro-minestra di Palazzo Gentile in verità si preoccupa, perché all'eventuale partenza in Belgio, corrisponderebbe l'inizio di una guerra fratricida, di trincea e logoramento, nell'intento di difendere le posizioni faticosamente conquistate in questi anni di Abbaticchianesimo.

Addio bitontini, grazie del 60%, ora aiutatemi a scappare creando "un Ponte tra Bitonto e l'Europa".”