Sicurezza edifici pubblici, Ruggiero (M5S): «Risorse anche per Bitonto»

«Sarà data priorità alle strutture scolastiche. Fondi anche per Province e Città metropolitane»

Stampa l'articolo

«Quasi 12 milioni e mezzo di euro ai Comuni per la messa in sicurezza di edifici appartenenti all’ente». Ad annunciarlo è la deputata del Movimento 5 Stelle Francesca Anna Ruggiero, a proposito delle risorse stanziate per la presentazione di progetti di messa in sicurezza di strutture pubbliche di esclusiva proprietà dell’ente e con destinazione d’uso pubblico. «A partire dal primo luglio – prosegue - i Comuni potranno presentare le domande di cofinanziamento statale. Ovviamente invito tutti gli enti a sfruttare questa opportunità, Bitonto compresa. Vi sono molte strutture in città che avrebbero bisogno di questi interventi, come per esempio l’edificio che ospita i Servizi Demografici».

«I Comuni che vogliono accedere al Fondo possono presentare domanda di cofinanziamento per un numero massimo di tre progetti e per un importo massimo del cofinanziamento per ciascun progetto di 60.000 euro. Il cofinanziamento statale a valere sul Fondo apposito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con una dotazione di 90 milioni di euro in tre anni, potrà essere al massimo dell’80% per ogni progetto».

«Anche Province e Città Metropolitane – continua la Ruggiero – potranno presentare progetti. Questi enti possono presentare domanda di ammissione a cofinanziamento di uno o più progetti fino a concorrenza delle risorse assegnate per ogni anno ad ogni ente. Sarà data priorità agli edifici e alle strutture scolastiche».

«Vorrei ricordare che nella legge di bilancio 2019 abbiamo previsto l’attribuzione di un contributo pari a 250 milioni annui alle province e alle regioni a statuto ordinario per gli anni dal 2019 al 2033 per il finanziamento di piani di sicurezza finalizzati, tra l'altro, alla manutenzione delle scuole» conclude la deputata.