Xylella, Damascelli (FI): "Proliferano agenzie, ma monitoraggi fermi"

"Il Governo Emiliano ha clamorosamente fallito: quella che doveva essere una priorità da risolvere, sbandierata in campagna elettorale, è stata sottovalutata, strumentalizzata e trascurata"

Stampa l'articolo

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.

"Questo proliferare di agenzie è sconcertante, dal momento che quelle storiche e strategiche arrancano nelle attività ordinarie per mancanza di risorse.

L'Arxia, l'agenzia per la lotta alla Xylella, è l'ultima trovata della Giunta regionale e, purtroppo, è legittimo il sospetto che si tratti di una manovra per moltiplicare poltrone ed incarichi, a spese dei cittadini. Perché diversamente non si spiega come mai si pensi a mettere su un nuovo ente, mentre non si effettuano più i monitoraggi per avere contezza dello stato di avanzamento dell'infezione che sta disseccando i nostri ulivi.

Sulla Xylella il Governo Emiliano ha clamorosamente fallito: quella che doveva essere una priorità da risolvere, sbandierata in campagna elettorale, è stata invece prima sottovalutata, poi strumentalizzata per ragioni ideologiche, ed infine trascurata.

L’unica azione costante che veniva condotta, ovvero i monitoraggi, è stata incredibilmente interrotta, quasi che il batterio non rappresenti più un problema o, peggio, quasi in segno di resa dinanzi alla sua espansione.

Questo è gravissimo, ed è ancor più grave che il Governo regionale, anziché affrettarsi a riprendere un controllo essenziale, perda tempo con la costituzione dell’Arxia, un nuovo poltronificio in salsa elettorale della premiata ditta Emiliano.

La Xylella, intanto, continua a risalire verso il nord della Puglia, ma non ci sarà dato di sapere dettagliatamente il cammino che sta percorrendo".