ATLETICA - "Progetto 0-21, senza fretta ma senza sosta", sino alla meta con la Bitonto Sportiva

La società intende preparare alla mezza maratona chiunque voglia misurarsi con se stesso

Stampa l'articolo

“Senza fretta ma senza sosta”. A correre sino alla meta e tagliare il traguardo della mezza maratona non si sarà più soli grazie a Bitonto Sportiva.

Sabato scorso nel Poliambulatorio Medico Diagnostico Therapia, la società ha posato la prima pietra del Progetto 0-21.

Dalla tecnica agli accorgimenti alimentari, nulla sarà lasciato al caso per permettere a chiunque di raggiungere i propri obiettivi. Parola di Damiano De Palma, presidente di Bitonto Sportiva.

Il progetto si rivolge a chi vuole misurarsi con se stesso, dai ragazzi dai 5 ai 18 anni agli adulti dai 18 anni in poi.

In questi sei mesi, gli atleti saranno guidati attraverso una serie di incontri settimanali.

La partenza, sabato scorso, è stata affidata a due medici: il dottor Ferdinando Bufano, ortopedico traumatologo, e la dottoressa Elisabetta Cavalcanti, biologa nutrizionista.

Grande importanza per l’ortopedico ha la postura, “un atteggiamento apparentemente statico in cui il corpo non è fermo”. “La postura ottimale varia da individuo a individuo – ha affermato il dott. Bufano – e consente il massimo confort con il minimo dispendio di energia”.

Tanti i consigli forniti dal medico come anche dalla nutrizionista.

“Una dieta appropriata e ben bilanciata è una componente essenziale di qualsiasi programma sportivo, o di fitness e di vita” ha dichiarato la dottoressa Cavalcanti, ricordando che ogni dieta varia a seconda dell’attività svolta, dell’intensità, della durata e della massa corporea.

Importanti le sue indicazioni agli atleti sui pasti pre e post gara e sull’idratazione.

I prossimi incontri saranno curati da Gaetano Salierno e Luna Sicolo di Bitonto Sportiva e da Giuseppe Gaudimundodel Fisic Center.