CALCIO A 5 – Barbosa incanta, il Bitonto Futsal Club è un rullo compressore. 6-2 all’Alta Futsal e fuga in classifica

Prestazione superba e convincente dei bitontini, la migliore della stagione, che mantengono la vetta a punteggio pieno e aumentano il vantaggio sulle inseguitrici. Alla ripresa, big match contro il Terlizzi

Stampa l'articolo

La miglior partita della stagione per il primo vero accenno di fuga.

È un rullo compressore il Bitonto Futsal Club che schianta con una gara sontuosa l’Alta Futsal per 6-2 nella 12^ giornata del girone A del campionato di calcio a 5 di Serie C2: nel sabato pomeriggio del “Paolo Borsellino” brilla la stella di Barbosa, che incanta e fa ammattire la formazione avversaria ma è tutto il Bitonto che recita alla perfezione lo spartito preparato da mister Di Bari. Una prestazione dai ritmi asfissianti, un dominio per tutto l’arco del match, qualità e quantità e soprattutto una ripresa che forse rappresenta la perfezione a livello difensivo, con l’Alta Futsal che praticamente ci capisce ben poco e viene surclassata dal gioco dei neroverdi senza poter avere possibilità di replica alcuna. Un secondo tempo dove i padroni di casa aggrediscono l’avversario, gli chiudono qualsiasi linea di passaggi e non consentono in alcun modo di essere pericolosi. E se anche il primo tempo si era chiuso in parità per 2-2, il risultato era chiaramente bugiardo, vista la mole di gioco e di occasioni costruite.

È stato di certo il miglior volto della stagione per il Bitonto Futsal Club, famelici oltre modo ed intensi davvero per tutto l’arco del match. Una partita di spessore contro un avversario non facile da affrontare: ed è arrivata una vittoria convincente che porta benefici incredibili alla classifica. Il Bitonto è sempre più primo del girone A, lo fa a punteggio pieno, con 33 punti, 11 vittorie su 11 gare. Ed il margine sul Futsal Terlizzi secondo aumenta a 6 lunghezze, per via della sconfitta pesante per 7-1 sul campo del Futbol Cinco Bisceglie, terzo e distante 7 punti. Dietro c’è il vuoto, con l’Alta Futsal quarto e lontano 15 punti. Un dominio dunque assoluto ed incontrastato, e che vivrà alla ripresa dopo la sosta natalizia forse una delle partite più attese ed importanti della stagione: il big match tra Terlizzi e Bitonto nella città dei fiori, forse il primo vero match ball per dare una spallata importate e definitiva al campionato. Perché in caso di vittoria, e col turno di riposo da osservare da parte del Futbol Cinco Bisceglie, la fuga sarebbe ormai acclarata.

La partita. Mister Di Bari deve rinunciare ad Antuofermo, bloccato dall’influenza, e schiera subito il neo arrivato dal mercato, il portiere Francesco Spadavecchia, tra i pali del quintetto completato da Satalino, Barbosa, D’Ambrosio e Catucci. Dalla panchina Brucoli, Acquafredda, Caldarola, Tarantino, Avitto, Anastasia e Montemurno.

Pronti via e subito Bitonto arrembante e in vantaggio dopo un solo giro di lancette: azione da calcio d’angolo, ci provano D’Ambrosio e Satalino senza fortuna, ma il risolutore è Catucci, che da pochi passi da 1-0.

I padroni di casa macinano gioco e pressano tantissimo gli avversari sin dalla costruzione dal basso. Ma al 10’ colpo di scena: Catucci – precedentemente già ammonito – si lascia andare a delle eccessive proteste che l’arbitro sanziona col rosso diretto. Grave errore per il pivot bitontino, che lascia in inferiorità numerica per due minuti i suoi compagni e soprattutto salterà la sfida di Terlizzi. E l’Alta Futsal approfitta del regalo: minuto 12, Laddaga diagonale dalla destra, sul secondo palo Arduo deve fare solo tapin ed appoggiare in rete. 1-1.

Bitonto che reagisce all’immeritato pari altamurano: Barbosa coglie l’incrocio dei pali, la partita diventa spigolosa col gioco duro dei murgiani, pericolosi con Lamura, sbarra la strada Spadavecchia. Al 27’ cambia ancora il risultato e bitontini nuovamente avanti: Avitto se ne sulla destra, palla al centro, irrompe Montemurno che al volo la mette all’incrocio dei pali. 2-1. Ma vantaggio che dura solo 120 secondi: 29’, diagonale di Tancredi dalla sinistra e palla nell’angolino opposto. 2-2, squadre al riposo ma sensazione netta, chiara, di un risultato che sta davvero stretto al Bitonto.

Ripresa e quella sensazione diventa certezza. Perché il Bitonto è semplicemente devastante, perfetto. Intensità difensiva, qualità offensiva, pragmatismo e soprattutto giocate che sfiancano un Altamura incapace di reggere all’onda d’urto bitontino. È una performance senza sbavature quella dell’orchestra bitontina, con un direttore a guidare tutti: Barbosa sale in cattedra ed accompagnato dai suoi musicisti mette al tappeto l’avversario. Il forcing bitontino porta alle occasioni di Barbosa e Avitto, poi al 36’ il giocatore brasiliano incanta il PalaBorsellino con una giocata astronomica: salta secco un avversario sulla laterale sinistra, e da posizione impossibile, quasi a ridosso della linea di fondo, si inventa una conclusione che passa lì dove forse nessun altro comune mortale e può, con la sfera all’incrocio opposto. 3-2 e applausi per un numero di rara bellezze.

La rete mette al tappeto l’Alta Futsal, incapace di reagire: 44’, punizione di Avitto e palla nell’angolino, 4-2. Passano dieci minuti, con un Bitonto sempre in pressione e che non concede nulla: ed è proprio dall’aggressività bitontina che nasce il 5-2, con Anastasia che va a recuperare palla sulla trequarti destra, la sfera arriva a Barbosa al centro, che deve solo comodamente appoggiare in rete con un preciso rasoterra. Ma il one man show del brasiliano non è ancora concluso: 61’, primo minuto di recupero, sesto fallo per i murgiani e tiro libero, che Barbosa non può far altro che realizzare. È il 6-2, termina con la festa della capolista Bitonto, che così si regala un Natale da imbattuto e a punteggio pieno in campionato.

Ora la sosta, che sarà utile a mister Di Bari per lavorare ancora di più e meglio per dare le sue idee alla squadra. Ma se questi sono i presupposti, sarà dura per tutti gli avversari.