CALCIO A 5 - Polisportiva Bitonto. L'ora fatal è (quasi) arrivata. Domenica prossima inizia il Campionato di A2

In casa contro il Grottaglie, sarà l’esordio storico per il futsal femminile cittadino. Si chiude il 18 aprile 2021, Covid 19 permettendo

Stampa l'articolo

La data da segnare sul calendario è domenica 18 ottobre. Tra sette giorni quindi. Non in rosso, perché è già festivo di suo, e neanche per la festa esterna dei Santi Medici che quest’anno non ci sarà.

Ma perché il futsal femminile bitontino entrerà ufficialmente nella storia. Ci sarà l’esordio ufficiale in serie A2, dove per la prima volta una compagine bitontina di calcio a 5 sarà impegnata.

La Polisportiva Bitonto è stata inserita nel girone D, composto da 13 squadre. Lo start, come si è detto, sarà domenica prossima, mentre la bandiera a scacchi è il 18 aprile 2021.

E destino ha voluto che il battesimo sarà anche a domicilio, al “Paolo Borsellino”. Qui arriverà il “Woman Futsal Club”, compagine di Grottaglie, ed ex squadra del direttore sportivo neroverde Francesco Solito. La domenica successiva, 25 ottobre, la prima trasferta della storia lontana dalla Puglia. Si va in Campania, a due passi da Napoli, nella tana del “Woman Napoli C5”.

E quindi derby con il Molfetta, il 1°novembre. Il 13 dicembre è prevista la sfida (andata casalinga) contro la rivale dello scorso anno, il “New Cap” Sammichele, mentre le domeniche di riposo (obbligatorie visto che il numero di squadre partecipanti sono dispari) saranno il giorno dell’Epifania, e l’11 aprile.

Che Campionato sarà? Difficile rispondere, vista la livellatura verso l’alto delle compagini, anche perché tante possono essere le mine vaganti e tante le sorprese.

Le neroverdi, inutile nascondersi, partono sì da matricole ma per puntare a fare davvero bene visto il roster di primissimo livello allestito dal patron Silvano Intini, dalla dirigenza e dal direttore sportivo Francesco Solito.

Tantissime le facce nuove (la maggior parte, mister incluso, viene dal Fasano, l’anno scorso vincitrice imbattuto proprio in A2), alcune straniere – è fondamentale la loro presenza quando si disputano certe categorie – non poche anche le superstiti della passata stagione, tante le cessioni. Ma i comuni denominatori sono due. Qualità e quantità. Già percepite nelle amichevoli disputate contro Altamura il 23 settembre e finita 5-3 per le leoncelle, e contro il Bisceglie la settimana successiva e persa 2-1.

Ma si sa che le amichevoli servono solo a rodare gambe, schemi e fare il punto della preparazione.

I tre punti serviranno tra sette giorni, in quella che sarà una marcia da vivere appassionatamente.