CALCIO – Cambio in panchina in casa Omnia Bitonto. Amedeo Savoni è il nuovo allenatore

La società biancoblu ha accettato le dimissioni presentate da Giuseppe Gaudimundo

Stampa l'articolo
CALCIO – Cambio in panchina in casa Omnia Bitonto. Amedeo Savoni è il nuovo allenatore Il primo allenamento guidato da mister Savoni

Settimana turbolenta per l’Omnia Bitonto.

Dopo la sconfitta casalinga subita domenica scorsa contro il Maroso Candela, l’allenatore Giuseppe Gaudimundo ha rassegnato le proprie dimissioni.

La società biancoblu, dopo una serie di incontri e valutazioni, ha deciso di accettare le dimissioni di Gaudimundo ed ha affidato la squadra ad Amedeo Savoni, che ha già guidato i primi allenamenti con il gruppo omniano in vista della difficile trasferta di Torremaggiore contro l’Ordona Calcio.

L’Omnia Bitonto prova dunque a dare una sterzata alla stagione e a risalire in classifica dall’ultimo posto affidandosi alle mani di un allenatore di altro profilo, dal curriculum invidiabile e dall’esperienza comprovata, tra il settore giovanile (tra cui la juniores del Bitonto in serie D), Dilettanti, Eccellenza e Promozione in piazze importanti come Ruvo, Trani, Altamura, Fasano ed Acquaviva.

Per Savoni un ritorno nel calcio, dopo un periodo di inattività dovuta non al venire meno della passione ma di determinati valori. «E perché ho ancora degli amici nel mondo del calcio, come Leonardo Rubini, che mi pressato molto bene e mi ha convinto a dargli una mano – ha spiegato il neoallenatore biancoblu –. Ed io ho preso l’impegno con passione e professionalità, ho voluto dare una mano a dei ragazzi che se lo meritano, e ad una società che mi ha sempre ispirato fiducia e che pratica ancora il calcio inteso come sport puro. Cercherò di insegnare a questi ragazzi qualcosa a livello calcistico e spero che abbiano voglia e volontà di apprendere. Solo così ci potremo togliere delle soddisfazioni, anche se la prima che dobbiamo raggiungere è quella di trasformare questa splendida realtà bitontina in una squadra vera, i ragazzi devono capire che, a prescindere dalla categoria in cui si giochi, bisogna essere professionali, presenza e massimo impegno agli allenamenti, rispetto per le decisioni della società e del mister. Inculcate queste idee, si può passare alla fase successiva».

A Gaudimundo, quindi, fatale l’assenza di risultati in questo avvio di stagione, con l’eliminazione al primo turno di Coppa Puglia e i numeri deludenti in campionato, con zero vittorie, un pareggio, tre sconfitte, un gol realizzato e sette subiti.

L’addio di Gaudimundo però lascia un vuoto nel gruppo biancoblu, come hanno sottolineato il presidente Giuseppe Urbano ed il direttore sportivo Leonardo Rubini.

«Da un punto di vista umano, il vuoto è incolmabile – ha commentato UrbanoHo visto pochi allenatori o collaboratori metterci il cuore come ha fatto Giuseppe Gaudimundo. Lui, seppur venuto dall’esterno, si è calato immediatamente nella nostra realtà. Nel suo viso ho visto la sofferenza e l’amarezza dopo alcune sconfitte, dove si appartava deluso per la mancanza di risultati. Lo scoramento e lo sconforto lo hanno fatto agire d’istinto e non con la ragione, in cuor suo non avrebbe mai dato le dimissioni ma ha fatto un gesto d’altruismo, ha dato un ulteriore segno al mondo Omnia Bitonto lasciando la squadra prima che sia troppo tardi, per far sì che magari cambiando la guida tecnica possa arrivare la scossa giusta a tutto l’ambiente. Purtroppo ha pagato alcune difficoltà nella gestione del gruppo e non è stato aiutato da coloro sui quali aveva deciso di puntare maggiormente».

«Accettare le dimissioni è stata una scelta difficile e forse la più amara da parte della società, perché il lavoro svolto dal mister Gaudimundo è stato davvero eccezionale – ha sottolineato il diesse RubiniLa colpa di questi insuccessi non è la sua ma delle tensione e del nervosismo di una squadra che non è riuscita ad ottenere finora quello che voleva. Ringrazio davvero di cuore mister Gaudimundo, una persona eccezionale, e spero che il nostro non sia un addio ma semplicemente un arrivederci».

Chiusa, quindi, l’era Gaudimundo, ora tocca a mister Amedeo Savoni riportare finalmente il sorriso in casa Omnia Bitonto, dopo troppe settimane altalenanti.