CALCIO - Gianfranco Cannone, ex centrocampista del Bitonto: "La serie C è un traguardo che deve inorgoglire tutti"

"E tenetevi stretto Francesco Rossiello, è un imprenditore avveduto, preparato e lungimirante"

Stampa l'articolo
Messaggio augurale di GIANFRANCO CANNONE, ex capitano e regista del Bitonto a metà degli anni ’80, protagonista del famoso spareggio contro il Noicattaro a Barletta nel 1988, con l’ammissione nell’Interregionale – Serie D dove giocò poi le due stagioni successive. Cannone attualmente è il tecnico della NICK CALCIO BARI, una delle società all’avanguardia del settore giovanile. “Sono strafelice per questa promozione storica in serie C. Finalmente il Bitonto, dopo tanti anni, è riuscito a conquistare il salto nel calcio professionistico. Ho sempre pensato che questa fosse la vera dimensione per una piazza importante che vive con grande passione le vicende calcistiche della propria squadra. Sono stato onorato di aver indossato la gloriosa maglia neroverde, oltre che la fascia di capitano. Pertanto, questo traguardo straordinario mi inorgoglisce. Ho conosciuto il presidente Francesco Rossiello parecchi anni fa per motivi di lavoro, quando ancora non era entrato a far parte del mondo del calcio. Intravidi in lui un imprenditore avveduto, preparato e lungimirante. Qualità che poi ha trasferito in questa sua esperienza a livello agonistico, come dimostrano le promozioni conseguite. In questa stagione la squadra è stata a dir poco eccezionale sia a livello individuale che del collettivo, annoverando calciatori di ottime qualità tecniche come Patierno, Lattanzio, Turitto, Biason, Marsili, Lomasto e giovani emergenti. Un trionfo meritato per la società, il tecnico Taurino e tutti i protagonisti che sul campo hanno saputo dare prova di coesione e compattezza. Ora bisognerà organizzarsi per il meglio in quanto la serie C impone un ulteriore sforzo che sono certo la tifoseria e l’intera città sapranno apprezzare e sostenere. In bocca al lupo per il futuro che va ad incominciare, con l’augurio che il Bitonto del presidente Rossiello possa raggiungere altri importanti successi. Io porterò sempre nel mio cuore i colori neroverdi". Gianfranco Cannone nella foto Archivio Nicola Lavacca