CALCIO - I neroverdi belli anche in Coppa

Modesto – Terrone, e l'U.S. Bitonto c'è anche in coppa Italia.

Stampa l'articolo
CALCIO - I neroverdi belli anche in Coppa Foto di GIUSEPPE DE MARINIS

È 2 – 1 nell'andata del secondo turno al “Città degli Ulivi” contro l'Atletico Corato, un risultato che rende equilibrato e incerto il passaggio del turno, che si deciderà settimana prossima. Seppur non disputando una gara eccezionale, i neroverdi (anzi i “blackorange” vista la divisa di ieri) hanno condotto le danze andando più volte vicini alla rete rispetto agli avversari, reagendo con veemenza allo svantaggio subito. Decisivi, così come a Celle san Vito in campionato, Modesto e Terrone, le due frecce più argute in questo momento dell'attacco nostrano.

Privo di Nico Roselli (squalificato), Di Venere sceglie alcune “seconde linee” (in campo Ciffaretti, Pazienza, Naglieri, Ricciardi eLomuscio) non snaturando il 4 – 2- 3 -1. Che il Bitonto non snobbi il match lo si avverte già dai primi minuti, quando Terrone prima e Lomuscio poi creano grattacapi alla difesa coratina. Al 20', però, arriva la doccia fredda con l'Atletico Corato che passa in vantaggio su una azione confusa nata da calcio d'angolo dalla destra. Colpisce Bucci (non si sa bene come) e batte Lattanzi. I ragazzi di mister Di Venere non si scompongono e riprendono a macinare gioco e azioni, e 10' dopo impattano la parità. Meravigliosa palla di Sangirardi per Modesto che, a tu per tu con il portiere, insacca con freddezza. Quarto centro stagionale (tra campionato e Coppa) per il fantasista neo – papà. Passano 5 giri di orologio, e il Bitonto completa la rimonta con Terrone, abilissimo a battere Tarantini in uscita con un pallonetto dopo una bella assistenza di Lomuscio. Sono già 5, invece, (gli ultimi quattro consecutivi) i sigilli stagionali di Nando Terrone.

Un interessante primo tempo termina 2 – 1.

Nella ripresa, i ritmi calano ma il leit – motiv della partita rimane invariato: Il Bitonto ha in mano il pallino della partita e pensa a gestire, il Corato che prova a rendersi minaccioso. Ma Lattanzi però deve solo sporcarsi i guanti su due velleitarie conclusioni da fuori. Al 75', i gialloverdi coratini restano in dieci per l'espulsione di Stefanini per doppia ammonizione. E' l'ultimo sussulto della partita, che consegna ai neroverdi la quinta vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Italia. L'inizio shock di San Pio del 15 settembre scorso sembra un'altra epoca.

Domenica ci si rituffa in campionato con la sfida a domicilio contro il Monte Sant'Angelo.