CALCIO – Omnia Bitonto, la svolta non arriva. Il Minervino vince per 4-1

Sconfitta pesante in trasferta per i biancoblu

Stampa l'articolo

Pesante tonfo esterno per l’Omnia Bitonto che, nella dodicesima giornata del campionato di Prima Categoria, è stata battuta per 4-1 dal Minervino Murge. I biancoblu, autori di una prestazione sottotono, restano così ultimi in classifica con soli 5 punti, a -3 dal penultimo posto e -8 dalla salvezza diretta.

Omnia Bitonto in forte emergenza per la trasferta di Minervino: ceduto Ciardi, indisponibile Capogrosso, out gli squalificati Savoni, Catucci, Rosati e Danilo Bonasia, infortunato Patierno. Per gli omniani, dunque, formazione ampiamente rimaneggiata con Cervelli tra i pali, linea di difesa con Schiraldie Lamura esterni, Carbonara e capitan Verriello (al rientro dopo due mesi di infortunio alla caviglia) centrali; a centrocampo, Guerra e Rubinilaterali, Masciale ed il giovanissimo Tarantino in mezzo. In avanti la coppia Minervini – Acquafredda.

L’avvio del match è disastroso per gli omniani, che dopo due minuti sono già sotto: Quacquarelli, di testa, sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, trova l’angolino basso. Minervino avanti per 1-0.

La reazione biancoblu tarda ad arrivare e Cervelli è costretto a salvare di piede su Rubino. All’11’ bella manovra omniana: Minervini libera in area sulla destra Rubini che crossa al centro ma Acquafredda di poco non trova il pallone per il tap-in vincente.

È solo un lampo perché l’Omnia Bitonto continua a soffrire, specie sui calci piazzati: il colpo di testa di Silvestri sugli sviluppi di una punizione è di poco alta sopra la traversa. Lo stesso Silvestri poco dopo impegna severamente Cervelli, bravo a deviare la conclusione ravvicinata dell’avanti murgiano.

Al 25’ si riaffaccia in avanti l’Omnia Bitonto, con una conclusione da fuori di Guerra che per poco non beffava l’incerto portiere di casa Amoruso.

È ancora una volta un lampo perché poco dopo la mezzora arriva il raddoppio per i padroni di casa: sempre da azione d’angolo, questa volta è Rubinoa trovare di testa la rete. Minervino avanti 2-0.

L’Omnia Bitonto prova una reazione orgogliosa e poco prima del riposo trova, seppur casualmente, il gol della speranza che riapre il match: sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti spazzata dalla difesa, Carbonara dall’altezza del centrocampo rilancia subito in avanti, pescando al limite dell’area di rigore Guerra che, con un colpo di testa, beffa il portiere di casa, uscito in maniera piuttosto avventata e maldestra. Palla in fondo al sacco e risultato sul 2-1

Nella ripresa scende in campo un’Omnia Bitonto più volenterosa e con un atteggiamento un po’ più offensivo, grazie all’ingresso di Perrini, un’ala, per Carbonara, un difensore. E al 55’ i biancoblu vanno vicini al pareggio con Rubini che, sugli sviluppi di un corner, coglie di testa la traversa. E come accadde col Bitetto nella precedente giornata, da un quasi gol di Rubini di testa arriva la rete per gli avversari: Rubino si libera bene in area sulla sinistra di Schiraldi e fa partire un diagonale che trafigge Cervelli. Il Minervino si porta sul 3-1. È la rete che virtualmente chiude il match al 63’, anche perché né gli ingressi di Fioriello e Grumo (rispettivamente per Guerra e Masciale) né il colpo di testa ravvicinato di Lamura, che si stampa all’incrocio dei pali, danno un’ulteriore svolta al match.

L’Omnia Bitonto è sfiduciata ed in contropiede subisce all’80’il 4-1, ad opera di Silvestri, servito al limite destro dell’area di rigore e bravo con un tiro al volo a trovare l’incrocio dei pali opposto.

La partita finisce così, con la pesante sconfitta dei bitontini per 4-1. È allarme rosso, dunque, in casa Omnia Bitonto. Bisogna reagire a questa situazione prima che la situazione diventi ancora più drammatica ed una risalita sempre più improbabile. Il tempo c’è, a partire dall’impegno di domenica prossima a San Paolo di Civitate contro la Vicarius, nel recupero della decima giornata, rinviata lo scorso 1 dicembre per maltempo. Ma bisogna decisamente fare in fretta.

Le giovanili. Weekend nero per l’intero mondo Omnia Bitonto. Sono arrivate sconfitte sia per la juniores che per i giovanissimi, entrambe casalinghe, sul campo del “Nicola Rossiello”.

La juniores dei mister Mancazzo e Vitale è stata battuta per 3-0dalla Fidelis Andria, mentre i giovanissimi del progetto sociale “Diamo luce al centro storico” sono stati sconfitti per 4-1 dall’Atletico Palo. Il gol della bandiera per i piccoli omniani è stato siglato da bomber Leonardo Fortunato, giunto al sesto gol stagionale.