CALCIO – Omnia Bitonto, niente “remuntada”. Contro la Libertas Palese è solo 2-2

La formazione di mister Gaudimundo non riesce a capovolgere il 3-4 interno subito all’andata e viene eliminata dalla Coppa Puglia.

Stampa l'articolo

L’Omnia Bitonto esce di scena dalla Coppa Puglia. A passare il turno è la Libertas Palese che, dopo aver espugnato il “Città degli Ulivi” per 3-4 nella gara d’andata, riesce a contenere il tentativo di rimonta della formazione bitontina, costretta, per capovolgere il tutto, a vincere con almeno due gol di scarto.

Sul sintetico di San Pio, invece, finisce 2-2 e per gli omniani, dunque, la Coppa Puglia è già terminata al primo turno.

Mister Giuseppe Gaudimundo decide di provare la “remuntada” schierando in campo alcuni elementi che finora hanno avuto meno spazio, gestendo così le forze in vista dell’imminente impegno in trasferta in campionato di domenica prossima a Monte Sant’Angelo contro il San Giovanni Rotondo.

4-4-2 iniziale che vede Vitucci tra i pali, difesa con Racaniello e Bottalico esterni, capitan Verriello e Agostino centrali; in mediana, Bonasia e Guerra sulle fasce, Schiraldi e Iovene in mezzo; in attacco Orlino e Perrini.

Prime fasi del match di studio per le squadre, con una leggera supremazia della Libertas Palese, che coglie prima un palo in mischia in area di rigore, sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo, e poi va al tiro con Savino ma Vitucci è bravo a intercettare con sicurezza.

Nel frattempo, però, tegola in casa Omnia Bitonto: Grumoprende il posto di Verriello, uscito dolorante per un problema alla caviglia che potrebbe costringerlo a saltare il prossimo match di campionato.

Attorno alla metà del primo tempo salgono di tono i biancoblu. Al 20’ viene agganciato in area di rigore Orlino, l’arbitro lascia continuare e Perrini con un diagonale dalla destra dell’area sfiora di pochissimo il palo opposto. Appena due minuti e Orlino, Perrini e Guerra non trovano in mischia il tap-in vincente su un bel cross dalla destra di Bonasia.

Al 29’ arriva il vantaggio per i padroni di casa: Savino si libera con una finta di corpo sulla trequarti e, indisturbato, fa partire un tiro che si insacca sotto l’incrocio alla destra dell’incolpevole Vitucci. Libertas Palese avanti 1-0.

Gli ultimi sussulti di un primo tempo sostanzialmente equilibrato portano la firma di Cascione (Vitucci bravo a bloccare il tiro deviato), Grumo e Orlino, entrambi autori di conclusioni dal limite che si spengono al lato. Si va al riposo sul parziale di 1-0.

La riprese parte con un’Omnia Bitonto più propositiva. Da una punizione dalla trequarti sinistra, Perrini di testa non trova lo specchio della porta; Guerra in mischia sottomisura non ha il guizzo letale. Al 55’ gol annullato agli omniani: Orlino, di testa, da corner dalla sinistra, trova l’incornata vincente ma l’arbitro, il sig. Altomare della sezione di Barletta, annulla la rete per fallo (dubbio) dell’attaccante biancoblu su Di Monte.

Mister Gaudimundo prova a vivacizzare i suoi, approfittando del buon momento, inserendo Rubini per Racaniello, così da offrire maggior spinta sulla corsia destra, e Minervini per Orlino.

Ed è proprio Minervini a trovare il pareggio su calcio di rigore che lui stesso si procura al 65’. Match riaperto e Omnia Bitonto che inizia a credere nella rimonta.

Al 69’ però l’espulsione discutibile per doppia ammonizione di Schiraldi costringe i biancoblu bitontini a giocare in dieci uomini e complica inesorabilmente i piani. Ed infatti al 74’ arriva il 2-1 per i padroni di casa, siglato ancora una volta da Savino, che conclude una buona azione di contropiede con un tiro dal limite che si insacca nell’angolo alla sinistra di Vitucci.

Nonostante la qualificazione sia ormai lontanissima, mister Gaudimundo non demorde e prova perlomeno a non perdere la partita, schierando i suoi con uno spregiudicato 3-3-3. Ed è la scelta giusta perché all’83’arriva il 2-2: conclusione da fuori di Bonasia, il portiere di casa Martellotta respinge in maniera maldestra, sul pallone si avventa Minervini che, dal fondo, vince un rimpallo contro un difensore e serve al centro Perrini che, a porta sguarnita, deposita in rete.

L’Omnia Bitonto prova ancora una volta a credere nel miracolo, o perlomeno a vincere la gara. E ci va vicinissima almeno in tre occasioni: nelle prime due il protagonista è Minervini, che di testa prima non trova l’impatto giusto e poi sfiora il palo alla sinistra di Martellotta. Nel terzo caso è Rubini che, su azione d’angolo, non trova di un non nulla lo specchio con una bella incornata di testa.

Nei minuti di recupero espulso anche Savino per i padroni di casa ma finisce così. Tra Libertas  Palese e Omnia Bitonto è 2-2 e i bitontini sono così eliminati dalla Coppa Puglia.

Buona la prestazione per i biancoblu bitontini, bravi a non demordere fino alla fine, nonostante l’inferiorità numerica. Ora, l’attenzione si sposta tutta sul campionato e sulla difficile trasferta in terra garganica contro il San Giovanni Rotondo.