CALCIO – Omnia Bitonto, un ko senza precedenti

Pesantissima sconfitta in trasferta per i biancoblu in quel di Stornarella

Stampa l'articolo

La sconfitta più pesante nella sua storia. Una giornata nefasta, subito da cancellare.

Tonfo clamoroso dell’Omnia Bitonto che nella quattordicesima e penultima giornata del girone d’andata del Campionato di Prima Categoria esce sconfitta da Stornarella contro il Real Siti con il pesante passivo di 7-1.

Una batosta davvero durissima, una lezione clamorosa che non ha precedenti nella storia del club omniano e che complica maledettamente i piani di rimonta verso la salvezza: il penultimo posto utile per agganciare i playout è distante tre punti ma le lunghezze rispetto alla sestultima piazza, valida per la salvezza diretta, sono aumentate a dieci.

Mister Lovero (che deve fare a meno dell’indisponibile Acquafredda e degli squalificati Rubini e Lamura) schiera i suoi con un 4-4-2 che vede Cervelli tra i pali, linea di difesa con De Palma e Rosati esterni, Verriello e Schiraldi centrali; in mediana, Masciale e Minervini al centro, Savoni e Perrini sulle corsie; in avanti Orlino e Moretti.

L’inizio dell’Omnia Bitonto è davvero traumatico: il RealiSiti dopo appena 8 minuti di gioco è già avanti di 2-0 grazie alla doppietta di Pelullo, bravo prima al 3’ a scattare sul filo del fuorigioco e a sorprendere la difesa su un lancio dalle retrovie, e poi all’8’ a finalizzare un rapido contropiede dopo un errato disimpegno biancoblu a centrocampo. Nel mezzo, anche una traversa colpita dallo stesso Pelullo.

L’Omnia Bitonto, sotto shock visto l’avvio, prova una timida reazione, non pungendo molto in avanti ma cercando e trovando un buon fraseggio in mezzo al campo e sugli esterni. Nel momento forse di maggior pressione omniana, però, arriva al 26’ il 3-0, con un tiro da fuori di Loretti che beffa un incerto Cervelli, sorpreso da una palla che schizza tra una selva di gambe.

Il tris foggiano arriva proprio nel momento del massimo sforzo biancoblu per rientrare in partita. Ma la rete non spezza le gambe definitivamente perché al 35’ l’Omnia Bitonto accorcia: punizione dalla destra del centrocampo, il lungo traversone trova il colpo di testa a centro area di Verriello, respinto dal portiere di casa Renna; sul pallone si avventa Minervini che con un tocco sottomisura trova il 3-1, risultato che porta poi le due squadre al riposo.

Nella ripresa ci si aspetta un’Omnia Bitonto più volenterosa e vogliosa, ma in realtà i ragazzi di mister Lovero pian piano escono dal match e mollano la presa, facendosi così sfuggire sempre più dalle mani il risultato, nonostante gli ingressi di Tarantino, Lucera e Vitone per Perrini, Orlino e Rosati.

Al 54’ arriva il 4-1 e la tripletta di Pelullo, con una girata in area dopo un cross sporcato dalla destra di Gentile. Ancora Pelullo è inarrestabile e al 63’ sigla il 5-1 ed il suo poker personale: palla in profondità, scatta sul filo del fuorigioco e supera Cervelli, anticipandone l’uscita, con un pallonetto.

Al 75’ arriva il 6-1: azione d’angolo dalla destra, cross che trova sul secondo palo Feninno che di testa e trova la rete.

Il Real Siti non si ferma e allo scoccar del 90’ perviene al 7-1 con Borgia che, servito in profondità, sfugge a Verriello in velocità e batte Cervelli.

Finisce così, con un passivo davvero pesante ed una sconfitta dolorosa che riscrive, purtroppo negativamente, la storia dell’Omnia Bitonto.

È una stagione dove va davvero tutto storto ma il gruppo omniano non perde la speranza: c’è tutto un girone di ritorno da affrontare. Prima però c’è l’ultima giornata di andata, con una delicato scontro diretto al “Città degli Ulivi” contro il Rocchetta Sant’Antonio. Solo una vittoria può rilanciare le speranze di una salvezza che ad oggi avrebbe dell’incredibile.

Le giovanili. Settimana agrodolce per la Juniores. La formazione allenata da Arcangelo Vitale e Michele Mancazzo ha dapprima ottenuto la vittoria per 3-0 a tavolino nel derby contro l’US Bitonto, dopo aver presentato ricorso per l’ingresso in campo tra le file neroverdi di Lafirenze, impossibilitato a farlo in quanto inserito in distinta come guardalinee. Poi sabato pomeriggio, nell’ultimo impegno del girone d’andata, ha subito una sconfitta casalinga che interrompe la striscia positiva di tre risultati utili consecutivi. L’Unione Calcio Bisceglie ha espugnato il “Nicola Rossiello” per 2-1: partenza soft per gli omniani, sotto 2-0 dopo 25’ grazie alle due reti dalla distanza di De Masi. Reazione Omnia Bitonto che al 35’ accorcia le distanze con un gran gol di Lucera, bravo in area con il “colpo dello scorpione” a deviare in rete un cross dalla destra. Nella ripresa, il predominio biancoblu non basta per trovare il pareggio. Clamorosi gli errori sottomisura di Lucera, Vitone e Moretti. I biancoblu ora in classifica sono a quota 13 punti, a metà classifica.

Male anche i giovanissimi del progetto sociale “Diamo luce al centro storico”, sconfitti sia mercoledì per 6-0 in trasferta dal Passpartout Aurora Bari, che per 3-1 nell’impegno di ieri al “Nicola Rossiello” contro la Modugnese. Per i piccoli puffetti biancoblu marcatura siglata da Cervelli.