CALCIO – Tonfo Omnia Bitonto, il Maroso Candela vince per 2-0

Nuovo k.o. per i biancoblu, ultimi in classifica con 1 punto

Stampa l'articolo

Non riesce a sorridere l’Omnia Bitonto.

La formazione biancoblu viene sconfitta per 2-0 a domicilio dal Maroso Candela nella quinta giornata del campionato di Prima Categoria. All’Omnia Bitonto non è bastato un gran secondo tempo, giocato quasi esclusivamente all’attacco. I foggiani sbancano il “Città degli Ulivi” nel finale e per gli omniani arriva dunque il terzo k.o stagionale, che li costringono così all’ultimo posto in classifica con appena 1 solo punto racimolato finora.

Mister Giuseppe Gaudimundo schiera i suoi ragazzi col 3-4-1-2 con Cervelli tra i pali; linea di difesa con Agostino,Ciardi ed il debuttante Lamura; a centrocampo Masciale e Tommaso Bonasia sugli esterni, Rubinie Schiraldi centrali; Sgaramella dietro le due punte, Catucci e Rosati.

Il primo tempo non brilla per spettacolo ed emozioni. L’Omnia Bitonto fa e controlla agevolmente la partita, il Maroso Candela prova a sfruttare soprattutto i calci piazzati. I padroni di casa vanno vicini al vantaggio con Bonasia (non approfitta di uno svarione del portiere ospite Tucci) e Catucci (bravo l’estremo ospite ad uscire tempestivamente e respingere la conclusione), mentre i foggiani si rendono pericolosi con una punizione ben angolata di Triunfo (bravo Cervelli a distendersi sulla sua destra e a deviare in angolo) e una conclusione ravvicinata di Di Savino, bloccata dal numero 1 biancoblu.

Nel recupero, occasione per Rubini che, dopo un assolo in mezzo al campo, ci prova dal limite ma trova la risposta di Tucci. Si va così al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa l’Omnia Bitonto entra con piglio completamente diverso, pressing alto e buon recupero palla nella metà campo avversaria, e cinge d’assedio la porta foggiana, soprattutto con le occasioni di Catucci: prima coglie una clamorosa traversa dal limite dell’area, la palla sbatte sul terreno di gioco e Tucci la smanaccia in angolo; poi ci prova con una punizione dal vertice sinistro dell’area, di poco alta; ed ancora, servito in profondità da Sgaramella, prova un tocco che non inganna Tucci proteso in uscita.

Mister Gaudimundo prova a rimescolare le carte inserendo Guerra, Scaraggi e Orlino per Bonasia, Sgaramella e Rosati. Attorno alla metà del tempo ancora occasioni biancoblu, con una girata centrale di Ciardi dal limite ed una conclusione da fuori di poco al lato di Catucci.

Il Maroso Candela risponde con il tiro da fuori di Triunfo, ma Cervelli è bravo a deviare in angolo.

L’Omnia Bitonto va vicina al vantaggio all’80’ con una clamorosa occasione per Orlino: ottima l’azione combinata con Rubini e Catucci e conclusione, in area, da buona posizione intercettata da Tucci.

All’87’ il minuto della beffa: punizione dalla trequarti destra per gli ospiti, il traversone viene smanacciato da Cervelli ma, sulla ribattuta, tocco sporco di De Lorenzis e palla in rete. Il Maroso Candela passa in vantaggio per 1-0 e l’Omnia Bitonto perde la testa: l’arbitro brindisino Ventresca espelle per proteste Cervelli, il quale chiedeva il fallo per una carica subita da un avversario. Tra i pali va Lamura, il migliore per gli omniani.

Pochi minuti e l’Omnia Bitonto si ritrova persino in 9: ad essere espulso, sempre per proteste, questa volta è Rubini, dopo aver subito un fallo a centrocampo.

Nei cinque minuti di recupero arriva, in contropiede, il raddoppio di D’Arcangelo.

Finisce così. L’Omnia Bitonto viene superata in casa per 2-0 dal Maroso Candela.

Suona la campanella d’allarme in casa biancoblu, con la vittoria che tarda maledettamente ad arrivare. Finora un solo col segnato, sette subiti, un solo punto conquistato ed ultimo posto in classifica. Bisogna dare una sterzata il prima possibile ed evitare un nuovo campionato di grande sofferenza. Magari partendo dal prossimo impegno, in trasferta, a Torremaggiore.