CALCIO - U.S. Bitonto, tre gol alla Real Bat e la marcia continua

Decidono Terrone, Zaccaro e Belviso

Stampa l'articolo

Nella nona giornata del campionato di Promozione, l'U.S. Bitonto passa 1 – 3 a Barletta, centra il quarto successo consecutivo (l'ottavo complessivo più un pareggio) e rafforza la leadership a braccetto con lo Sporting Altamura a quota 25 punti.

Vittoria meritata quella della capolista che, pur non esprimendo un grande calcio, ha sicuramente prodotto di più dei padroni di casa (che però recriminano per un rigore fallito all'87'), ha cercato maggiormente la vittoria e, con due gol nel finale, compie il “blitz”. Successo importante sia per la classifica, perchè era importante dare continuità alla vittoria contro il Cellamare, sia perchè arrivata senza pedine quali Foggetti, Modesto, Roselli e Bonasia, fermi per infortunio. Decisivo, ancora una volta, Nando Terrone, a segno per la 10° volta in campionato e sempre più insostituibile nello scacchiere tattico di mister di Venere. Da segnare anche il primo acuto di Davide Belviso, giovane di belle speranze che, dopo un inizio in sordina, sta crescendo a vista d'occhio.

Mister di Venere ha gli uomini contati e schiera dal 1' Michele Roselli sulla sinistra, Ricciardi e Aloisio a centrocampo. Già al 5' Terrone sul filo del fuorigioco non riesce ad insaccare in rete a tu per tu con Lombardi, ma si riscatta un paio di minuti dopo trasformando il penalty concesso per fallo del portiere su Ricciardi. Nella circostanza, il direttore di gara, Andreano di Foggia, espelle il n° 1 di casa. Con l'uomo in più, in realtà, la capolista controlla agevolmente ma non domina e si limita ad alcuni tentativi di Terrone, e i padroni di casa ne approfittano trovando la rete del pareggio a fine frazione con Frezza, che insacca il rigore concesso per presunto fallo di Lattanzi, mandato anzitempo sotto la doccia. 1 – 1 all'intervallo.

La ripresa è a ritmi blandi e soporiferi, con entrambe le compagini che non riescono a creare alcunchè di significativo, mentre sugli spalti la gara si infiamma per alcune decisioni discutibili del direttore di gara. Per sbloccare la partita servirebbe un episodio, e così accade. Un calcio piazzato, magari. Proprio quello che Zaccaro è bravissimo ad insaccare alle spalle dell'estremo difensore barlettano poco fuori dal limite dell'area di rigore.

La marcatura del centrale neroverde surriscalda ancora di più gli animi con la Real Bat che si getta in avanti nel tentativo di pareggiare. E avrebbe persino l'occasione all'87' con il terzo penalty di giornata, ma Frezza non è preciso come nel primo tempo e angola troppo “graziando” i neroverdi e Piscopo. Gol sbagliato e gol subito, perchè in pieno recupero il Bitonto fa tris con Belviso che chiude un bel contropiede impostato da Terrone.

Cinismo allo stato puro per i neroverdi, che continuano a lasciare briciole agli avversari.

Domenica testa – coda al “Città degli Ulivi”, dove arriverà il Lucera, ultimo in classifica con 2 punti. Vietato distrarsi per presentarsi al meglio al big match del 24 novembre in casa dell'Altamura.


La Juniores. Cade, invece, la Juniores, battuta 4 – 2 ad Andria in una partita condizionata dalle scelte arbitrali. Per i giovani neroverdi a segno Caiati e Lafirenze.