CICLISMO – Svelato il percorso del 97° Giro d’Italia. Martedì 13 maggio la corsa rosa sarà a Bitonto

La nostra città vedrà il passaggio dei corridori nel corso della quarta tappa, la Giovinazzo – Bari di 121 chilometri

Stampa l'articolo

Svelata ieri pomeriggio sul palco del Palazzo del Ghiaccio di Milano la 97^ edizione del Giro d’Italia.

Ventuno le tappe: partenza dall’Irlanda del Nord il 9 maggio e chiusura a Trieste il 1 giugno 2014.

La corsa rosa, martedì 13 maggio, dopo le prime tre tappe in terra d’Irlanda ed il giorno di riposo, riprenderà il proprio cammino in Italia, dalla Puglia, con la quarta frazione, la Giovinazzo – Bari di 121 chilometri, che vedrà la nostra Bitonto protagonista.

I corridori, infatti, dopo la partenza da Giovinazzo, si dirigeranno verso Molfetta e da qui punteranno in direzione Bitonto. Una volta giunti tra le nostre strade si avvicineranno verso Bari attraverso la strada provinciale 156 che conduce verso il quartiere San Paolo.

Una volta giunti nel capoluogo barese, i ciclisti effettueranno un circuito lungo 9,6 chilometri sul lungomare, da ripetere ben otto volte, con arrivo in Corso Vittorio Emanuele. Tappa, dunque, quasi completamente pianeggiante e che vedrà come protagonisti assoluti i velocisti.

Bitonto, quindi, seppur solo con un passaggio, tornerà a respirare il profumo “rosa” di quella che è definita e riconosciuta come “la corsa più dura al mondo nel Paese più bello al mondo”, dopo l’arrivo di tappa del 18 maggio 2010 e dopo il transito del Giro Rosa lo scorso 30 giugno. E nelle prossime settimane sarà sicuramente svelato il percorso che la corsa rosa effettuerà tra le strade bitontine.

L’edizione 2014 del Giro d’Italia sarà dedicata interamente alla memoria del Pirata di Cesenatico, Marco Pantani, nel decennale della sua scomparsa. Significativa, ad esempio, sarà la tappa con arrivo in salita al Santuario di Oropa, luogo simbolo di una delle tante imprese del ciclista romagnolo.

Quanto ai protagonisti, quasi scontata la presenza di Ivan Basso, Cadel Evans e Joaquim “Purito” Rodriguez, tra i più forti al mondo negli ultimi anni. Incerta, invece, la partecipazione del vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, “lo squalo” di Messina, Vincenzo Nibali, desideroso di provare a fare grandi cose al Tour de France e sfidare l’ultimo vincitore della Grand Boucle, Chris Froome.