“Corri in Rosa”, una maratona il cui traguardo era il benessere delle donne

Più di 500 iscritti per finanziare lo sportello “Info per te donna”

Stampa l'articolo

Una lunga maratona per le vie di Bitonto in cui la vittoria era la conquista del sorriso di tutte le donne affette da tumore al seno. Si è tenuta nella mattina di ieri ed è stata un vero e proprio successo. Più di 500 gli iscritti che hanno voluto dare il proprio supporto all’iniziativa, il cui fine ultimo è l’apertura dello sportello “Info per te donna”, sostegno psico-fisico, dedicato a tutte le donne affette da tumore al seno.

Promossa dal Comune di Bitonto con l’Assessorato allo Sport, dalla Croce Sanitaria Italiana, Bitonto Runners, Mazzini Place e il “da Bitonto”, la manifestazione ha sorpreso per la corposa presenza, oltre che di donne, anche di partecipanti di sesso maschile e di bambini, che hanno potuto prender parte alla manifestazione anche a bordo della propria bici. Il nastro di partenza è stato tagliato per le 9.30 e i corridori si sono lanciati lungo il percorso, che vedeva interessate le principali vie del centro storico e del centro cittadino. Prima a giungere sul traguardo Francesca Labianca.

A chiudere la gara, l’animazione delle majorette della scuola di danza DAS, di Clelia Caiati, sulle note dell’Orchestra di Fiati Davide delle Cese di Vito Vittorio Desantis.

Presenti per l’occasione l’ex sindaco di Bitonto Nicola Pice, l’attuale primo cittadino Michele Abbaticchio, che ha ringraziato tutti per aver aderito all’iniziativa ed ha indossato la maglietta di “Corri in Rosa”, il direttore del “da Bitonto” Maurizio Loragnoe il direttore del “dabitonto.com” Mario Sicolo, che hanno ricordato l’importanza di manifestazioni come queste, motivo per cui entrambe le redazioni hanno partecipato in massa, a sostegno della nobilissima causa.

Notevole l’intervento dell’assessore al Marketing Territoriale Rino Mangini, che ha sottolineato come «anche la nostra città è succube di metastasi, cancro e male, ma noi qui oggi, come migliaia di donne che lottano contro il tumore, siamo la dimostrazione della voglia di guarigione che c’è nei bitontini».

L’assessore allo sport Domenico Nacci si è invece detto entusiasta della buona riuscita dell’evento e ha ringraziato il signor Nicola Brattoli per l’idea lodevole, subito sposata dal Comune, che ha già provveduto a fissare un nuovo appuntamento per il 28 settembre del prossimo anno. «Nel contempo, - ha affermato – già che a maggio Bitonto accoglierà il passaggio del Giro maschile d’Italia, si potrebbe pensare all’organizzazione di un Giro in bicicletta in rosa». 

A seguire la parola è passata agli esperti, il dott. Emanuele Sannicandro, Presidente del Consiglio di Indirizzo e Verifica dell’Istituto Tumori di Bari, il dott. Antonio Moschetta, direttore scientifico dell’Istituto Oncologico di Bari e il dott. Carmine Parlati, Chirurgo generale all’Ospedale San Paolo di Bari, che hanno ricordato l’importanza della prevenzione, nel caso specifico di controlli mammografici e di cure certificate che siano frutto di ricerche scientifiche costanti e sempre più all’avanguardia.

 

Ancora una volta Bitonto si rende orgogliosa dei suoi cittadini.