In bilico fra Prima categoria e Promozione. Il futuro dell'U.s.Bitonto si conoscerà il 5 agosto

La Figc regionale ha deciso, infatti, di prorogare a quella data il termine ultimo per la presentazione delle domande di iscrizione

Si dovrà attendere ancora qualche giorno per conoscere le sorti dell'U.S. Bitonto per il campionato 2013 – 2014.

La Figc regionale ha deciso, infatti, di prorogare al 5 agosto il termine ultimo per la presentazione delle domande di iscrizione.

È stato lo stesso organo federale a comunicarlo attraverso una nota ufficiale.

«Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Puglia L.N.D., nella riunione del 26 Luglio 2013, preso atto che diverse Società aventi diritto a partecipare ai Campionati di Eccellenza e Promozione, stagione sportiva 2013 – 2014, hanno dichiarato la volontà di iscrizione al campionato di competenza nel termine ordinatorio (25 Luglio 2013) previsto dal Comunicato Ufficiale N° 88 del 28 Giugno 2013, al fine di tutelare il patrimonio sportivo del Comitato rappresentato in primo luogo dalle Società affiliate, visto il particolare momento recessivo che sta attraversando il Paese e che ha coinvolto altresì indubbiamente il mondo sportivo, considerate anche le notevoli difficoltà oggettive che incontrano le Società nel reperimento delle risorse economiche e nella preparazione della documentazione necessaria per l’iscrizione, e considerata, infine, la precaria situazione dell’impiantistica sportiva regionale che condiziona non poco l’intera attività agonistica ed organizzativa delle Società, all’unanimità, ha deliberato di estendere il termine PERENTORIO fino alle ore 19,00 di LUNEDI’ 5 AGOSTO 2013 per la regolarizzazione delle domande di iscrizione alle Società che non avessero ancora provveduto».

Inizialmente, il termine ultimo per presentare le iscrizioni era venerdì scorso, 25 luglio, e nella giornata di ieri, quindi, si sarebbe dovuto procedere agli eventuali ripescaggi. Per i quali, adesso, si dovrà aspettare ancora qualche giorno.

 

L'inaspettato stop, comunque, non fa perdere entusiasmo alla dirigenza neroverde, molto fiduciosa di vedere accolta la domanda di ripescaggio in Promozione.