CALCIO - Vittoria di misura sul Brindisi in Coppa Italia per il Bitonto che passa il turno

La squadra di De Luca si aggrappa a Lattanzio e passa dopo una prestazione goffa

Stampa l'articolo

ll primo turno della Coppa Italia di serie D sorride al Bitonto nonostante una prestazione non ottimale. De Luca attua molto i cambi e rispetto a domenica col brindisi, lasciando  in campo solo Taurino, Colella, Manzo e Palumbo. Al 3' è subito Colella a farsi pericoloso con un calcio d'angolo battuto rasoterra: difensore che calcia sbilanciato, alto. Al 7' Montinaro ruba palla a centrocampo e serve D'Anna in diagonale con palla respinta da Cervellera. Al 22' grande occasione con D'Anna che calcia e trova pronto l'estremo difensore brindisino, il quale con un doppio intervento poi salva su un potenziale tap-in vincente di D'Anna. Primo tempo abbastanza sterile. Nella ripresa al 53' è Garofalo,poi uscito in barella, a impegnare per la prima volta Lonoce su un calcio di punizione ben eseguito con conseguente parata in tuffo nell'angolino basso a destra. L'ingresso di Lattanzio smuove gli equilibri e dopo una conclusione di Taurino potente ma non precisa sopra la traversa, al 79' è proprio il capitano a realizzare il gol vittoria: palla in mezzo su calcio di punizione, mischia e pallone che finisce in rete con un probabile autogol. Cio che c'è di importante è che i neroverdi passano in vantaggio dopo una partita che poteva rivelarsi pericolosa. Vittoria importante ma poco bella. " - Ogni vittoria deve essere ottenuta col sudore e la fatica, la D è un campioanto difficile. Devo gestire la condizione di tutti, Lattanzio nel secondo tempo era programmato. In attacco abbiamo avuto qualche buona occasione, anche se oggi non avevamo prima di Riccardo una punta di riferimento. Montinaro ha le caratteristiche di Guadalupi, mi è piaciuto il centrocampo. Noi allenatori abbiamo il dovere di imparare dai coach più bravi, a me piace prendere la responsabilità dei miei ragazzi. Il lavoro e la tranquillità sono le medicine giuste per andare avanti. Carotenuto domenica ha fatto bene; Lonoce avrebbe giocato a prescindere. A fine gara ho tranquillizzato Chianese per via di qualche scintilla a causa di qualche pallone non dato subito. I ragazzi hanno tutti una gran condizione, andando avanti miglioreranno sempre di più. Lattanzio è fondamentale per questa squadra, così come gli altri; lui in particolare perché è il nostro capitano - ".